A spasso per il Villaggio Olimpico

pa5-villaggio-olimpico-1Lunedì 23 gennaio il programma Roma2pass apre l’anno con la Passeggiata urbana “Il Villaggio Olimpico, nel quartiere sognato da Le Corbusier”.
In questo itinerario urbano, partiremo dall’Auditorium e ci inoltreremo nel Villaggio Olimpico dove un qualificatissimo team di architetti ci illustrerà il quartiere realizzato nel 1960 in occasione dei XVII Giochi Olimpici.
Vai alla pagina dell’evento dove potrai prenotarti.

Il Villaggio è realizzato dall’INCIS in occasione delle Olimpiadi del 1960, nell’area dell’ippodromo Campo Corse Parioli che dalla fine della seconda guerra mondiale era diventata in una baraccopoli (il cosiddetto Campo Parioli). Durante i giochi olimpici il villaggio ospita gli atleti; in seguito gli alloggi vengono assegnati a famiglie di impiegati dello Stato secondo la graduatoria di legge.
Sono incaricati del progetto un gruppo di professionisti di alto livello professionale (Cafiero, Libera, A. Luccichenti, Monaco, Moretti e Nervi) che, superando l’angustia delle progettazioni dei decenni anteguerra nelle quali le idee dei progettisti erano costrette a limitarsi ai soli edifici senza porsi il tema della parte di città in cui tali edifici sorgevano, si ispirano ai principi della Ville radieuse di Le Corbusier. In tale nuovo progetto urbano, i luoghi caratteristici del quartiere diventano quelli delle piazze, degli spazi verdi, dei percorsi pedonali, ciclabili e carrabili.
castrum_cardoIl villaggio olimpico rappresenta ancora oggi un buon esempio di zona residenziale cittadina, uno dei migliori quartieri d’iniziativa pubblica realizzati a Roma e certamente il primo in cui siano stati applicati con coerenza i principi dell’urbanistica moderna.
Il Villaggio è idealmente strutturato come un “castrum”, l’accampamento romano organizzato su un reticolo di vie ortogonali: i decumani, orientati in direzione est-ovest, e i cardi, orientati in direzione nord-sud. Il “decumanus maximus” e il “cardo maximus” avevano alle loro estremità le porte dell’accampamento e si incontravano nell’area del foro. Nel Villaggio Olimpico, la porta praetoria (la porta principale) è su viale Tiziano, verso ovest, il decumano massimo è viale della XVII Olimpiade e le strade parallele al viadotto di corso Francia costituiscono il cardo maximus, il cui accesso sud è aperto verso il nuovo Auditorium.
Vai alla pagina dell’evento: romaduepass.it/r2p/eventi/il-villaggio-olimpico/.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *