Un nuovo volume delle “facciate parlanti”

Martedì 6 giugno alle 18:30 nella chiesa di S.Eligio degli Orefici, Lauretta Colonnelli, Umberto Croppi, Simone Ferrari e Marco Ravaglioli, presentano l’ultimo volume “Le facciate parlanti” del socio AMUSE e amico Fabio Leone.
L’evento è gratuito e non è richiesta alcuna prenotazione. Tutti gli amici di Roma2pass sono invitati dall’autore.
La chiesa di S.Eligio degli Orefici sorge nell’omonima via, una traversa di Via Giulia dietro il liceo Virgilio (nel rione Regola), ed è un gioiello del Rina­scimento, peraltro poco conosciuto. E’ una delle pochissime architet­ture superstiti di Raffaello, che ne inizia la costruzione nel 1516, per volontà della corporazione degli Orefici, su di una strada tra­sversale a via Giulia, la grande arteria da poco tracciata da Giulio II che ambisce a costituire il nuovo centro della città rinascimentale. Non ancora completata alla morte di Raffaello, nel 1520, i lavori sono proseguiti da Baldassarre Peruzzi che la conduce a termine dopo il 1526. La facciata della chiesa, crollata nel 1601, è ricostruita a opera di Flaminio Ponzio, che si mantiene fedele al progetto originario di Raffaello. L’interno è a croce greca, con una splendida cupola emisferica su tamburo attribuibile al Peruzzi e, nonostante le ridot­te dimensioni, è un gioiello di armonia e monumentalità. Nell’abside affreschi di Matteo da Lecce e Taddeo Zuccari; nei pennacchi delle cappelle laterali, Sibille, del Romanelli; dello stesso è anche l’Adorazione dei Magi sull’altare destro (1639), mentre sul sinistro Adorazione dei pastori, di Giovanni de Vecchi (1574). L’ambiente urbano in cui sorge adesso la chiesa è terribilmente modificato rispetto al suo aspetto originario, a causa della costru­zione dei lungotevere che hanno infossato la strada e la chiesa, ag­giungendosi poi la mole, fronteggiante la chiesa, del liceo Virgilio, che ha ulteriormente soffocato l’edificio. Accanto alla chiesa, ai nn. 7-8, una casetta del XV secolo, rara testimonianza di edilizia civile quattrocentesca.

Taggato . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *