La storica Villa Paolina a rischio demolizione

Quel che non riuscirono a fare le bombe degli Alleati il 10 marzo del 1944, potrebbero farlo ora le ruspe: demolire completamente la storica Villa Paolina di Mallinckrodt in largo XXI Aprile al Nomentano, che dal 1922 sino al 1997 ha ospitato l’istituto scolastico delle Suore della Carità cristiana.  

Da mercoledì la Casa generalizia si trasferirà in Germania e la società che ha acquistato l’edificio – sulla falsariga di quanto avvenuto lo scorso ottobre in via Ticino – ha presentato un progetto per sfruttare l’aumento di cubature della legge per la rigenerazione urbana e il recupero edilizio. Dalle macerie della demolizione di Villa Paolina dovrebbe sorgere un palazzo di otto piani più parcheggio interrato.

Ma il permesso per l’operazione non è stato ancora rilasciato e le Soprintendenze stanno verificando se l’edificio sia vincolato.

Lorenzo Grassi (www.metronews.it/17/12/18/la-storica-villa-paolina-rischio-demolizione.html)

NdR Aggiungiamo a quanto raccontato da Lorenzo Grassi che, sulla base di una legge della Polverini prorogata da Zingaretti, la concessione non può essere rifiutata. Quindi la distruzione di Villa Paolina di Mallinckrodt è solo questione di tempo.

Taggato , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Una risposta a La storica Villa Paolina a rischio demolizione

  1. Carla Boeri dice:

    E’ assurdo che gli iEnti religiosi chiudano gli istituti e di conseguenza possano vendere le proprietà, anche patrimoni culturali , per realizzare soldi. Certamente chi ne ha fatto loro dono in passato non pensava che poi il bene donato diventasse poi oggetto di speculazione. Petizione a Papa Francesco ??