A Villa Glori l’arte corre su un filo rosso

«Un filo rosso tra natura e arte per combattere l’esclusione» è il tema che vedrà, dal 18 al 24 ottobre, una «sgargiante fettuccia rossa» dipanata intorno alle sculture realizzate da grandi maestri all’interno del Parco e delle case famiglia di Villa Glori. Un’istallazione fisica e interpretativa che cerca un legame nuovo tra opere e paesaggio. Percorso che approda sulla sommità della collina, all’interno delle strutture della Caritas di Roma, dove i ragazzi del Ripetta svolgono un progetto di alternanza scuola-lavoro. È l’iniziativa proposta dal Liceo Artistico Statale “Ripetta” in collaborazione con la Caritas diocesana e il Municipio II.

L’inaugurazione dell’istallazione avverrà giovedì 18 ottobre, alle ore 10.30, all’interno del Parco su Viale dei Settanta (primo ponte); interverranno: don Benoni Ambarus, direttore della Caritas di Roma; Emanuele Gisci, assessore alle Politiche sociali del Municipio II; Anna De Santis, dirigente scolastico del Liceo “Ripetta”.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *