La famiglia Di Consiglio

Ascoltando la notizia dell’asportazione notturna delle 20 pietre d’inciampo in via della Madonna dei Monti, dedicate ad altrettanti membri della famiglia Di Consiglio vittime della Shoah, mi sono ricordato di una lapide in via Adalberto, tra piazza Bologna e via Tiburtina, dedicata ai caduti di questa zona detta Quartiere delle Crociate.

Sono andato a leggere la pagina Roma2pass che parla di questa lapide e ho avuto la conferma che tra decine di vittime della guerra (caduti sul fronte, sotto le bombe, non lo so) con nome e cognome c’è scritto FAMIGLIA DI CONSIGLIO e mi sono venuti i brividi al solo pensiero che fossero talmente tanti che nella lapide i loro nomi non sarebbero entrati.

In effetti le venti pietre d’inciampo testimoniavano che i Di Consiglio, raggruppatisi nella casa avita al rione Monti, erano tanti quando furono presi dai tedeschi e dai loro complici italiani. Ma come hanno gli italiani a percorrere il vicolo cieco delle leggi razziali?

Se volete ricordare un piccolo ma bruttissimo episodio della storia italiana, leggete anche voi la pagina sulla famiglia Di Consiglio.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *