Il quartiere Africano, prima puntata

Giovedì 11/05 abbiamo fatto la prima passeggiata Roma2pass alla scoperta del cosiddetto quartiere Africano, un’area del quartiere Trieste caratterizzata dai nomi delle strade tutti riferibili alle guerre coloniali dell’Italia in Eritrea, Libia, Somalia, ed Etiopia, dagli ultimi anni dell’Ottocento alle seconda guerra mondiale.   poi

Il quartiere nasce negli anni Venti con la costruzione di edifici provvisori e villini destinati a dipendenti delle Ferrovie dello Stato e si è fortemente sviluppato con i caratteristici palazzi di edilizia intensiva intorno agli anni Quaranta e Cinquanta. Nell’area sono presenti mldiversi interventi architettonicamente di qualità come la palazzina in viale Libia di Ugo Luccichenti o le Case a torre in viale Etiopia.

Alcune vie sono molto larghe, gli edifici luminosi, ma non ci sono parcheggi per gli abitanti in quanto non c’è stata alcuna pianificazione strutturale. Oggi il quartiere è caratterizzato da residenze e appartamenti signorili, come quelle in via Asmara, palazzi popolari pubblici e privati, ad esempio quelli presenti in via Tripoli e piazza Amba Alagi, e attive arterie commerciali, rappresentate soprattutto da viale Eritrea, viale Libia e viale Somalia.

In questa visita, coordinata da Maria Grazia Pattumelli, abbiamo percorso l’asse viario viale Eritreaviale Libia , da piazza Annibaliano a Villa Chigi e abbiamo parlato di architettura, cinema, chiese e palazzi, botteghe, con cenni alla storia dell’area che e’ davvero molto antica, dal Pleistocene ai nostri giorni. Questa visita al quartiere Africano verrà poi seguita nel secondo semestre da una seconda parte che esplorerà viale Etiopia e le strade circostanti e si concluderà a Villa Leopardi.

Galleria delle foto di Luciano Valle, che ringraziamo.

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi