Il nuovo programma Roma2pass all’Istituto Olandese di Valle Giulia

Il programma delle Passeggiate Roma2pass relativo al 4°trimestre 2017 sarà illustrato da Piergiorgio Bellagamba alle 18:00) nell’ambito della manifestazione Porte aperte all’Accademia Olandese di Valle Giulia organizzata giovedì 28 settembre alle ore 16:30 in via Omero 12.

Nello stesso giorno, il programma sarà pubblicato sul sito www.roma2pass.it

Tutti i Soci AMUSE e le persone interessate alle nostre attività sono invitati all’eventodal Direttore dell’Accademia Olandese, Harald HENDRIX. Clicca qui per vedere l’invito. Prego comunicare la propria partecipazione a secretary@knir.it oppure allo 06.3269621, specificando AMUSE.

Ecce Bombo con AMUSEcinema

Martedì 13 giugno alle 18,00, con la proiezione di Ecce Bombo nel teatro della Caritas in cima a Villa Glori, prosegue AMUSEcinema un nuovo progetto rivolto agli appassionati di cinema e a tutti i cittadini, che presenta in visione  i film più significativi  che descrivono  luoghi del Municipio e assegnano a essi un particolare significato nella storia raccontata.

Ecce Bombo è un film di Nanni Moretti del 1978, con alcune scene girate sui barconi in riva al Tevere nel Municipio II.

AMUSE cinema si avvale della collaborazione dell’Associazione Visioni e Illusioni. Continue reading

Roma2pass fa una puntata nella pop art italiana

Mercoledì 14 giugno alle 18:00 saremo ospiti di Azimut Capital Management in via Flaminia 133 per visitare la mostra “Tano Festa e gli amici di piazza del Popolo” che vede protagonista il gruppo degli artisti romani della cosiddetta Pop Art italiana.

Vai alla pagina dell’evento. Lì, se vorrai, potrai prenotare e vedere il luogo dell’appuntamento. Continue reading

Il quartiere Flaminio visto dagli studenti di architettura

Martedì 21 marzo 2017, dalle ore 17:30 alle 19:00 nel teatro della CARITAS di Villa Glori, gli studenti del Corso di Progettazione Urbanistica 1, presenteranno il loro lavoro sul Flaminio, realizzato con la Professoressa Antonella Galassi.

Vai alla pagina dell’evento. Continue reading

Un passaggio sotterraneo sotto i Monti Parioli?

É vero che esiste un passaggio sotterraneo sotto i monti Parioli?

Salendo viale delle Belle Arti, dopo l’incrocio con viale Bruno Buozzi, si scorge sulla sinistra un arco bugnato, al quale si accede percorrendo una breve scalinata di marmo.

Nonostante le dimensioni piuttosto grandi, è ignorato da chi transita da queste parti. L’arco è chiuso da una fitta cancellata e custodisce una piccola cappella dipinta di azzurro dedicata alla Madonna dell’Arco Oscuro.
Una storia, probabilmente vera, racconta di come la piccola cappella nasconde l’ingresso di un misterioso passaggio sotterraneo che penetra sotto i monti Parioli fino alle grotte, ancora visibili sulla parete rocciosa tra viale Tiziano e viale Maresciallo Pilsudski.

Un’altra versione, meno credibile, della storia fa arrivare il tunnel addirittura fino alla fonte dell’acqua Acetosa. In entrambi i casi, ci sarebbe un collegamento con le vicine catacombe di San Valentino, nascoste sotto il monte, con ingresso da viale Maresciallo Pilsudski, al civico 2.
Il nome Arco Oscuro, in realtà, non si riferisce all’arco in questione ma a un altro, oggi andato perduto, situato lungo un piccolo sentiero, che dalla via Flaminia saliva per i monti Parioli.
Si chiamava vicolo dell’Arco oscuro e corrispondeva più o meno all’attuale via dei Monti Parioli.

Il diavolo nel quartiere Africano?

Un’enigmatica piazza si nasconde tra i palazzi del quartiere Africano. Da qualche anno ha preso il nome di piazza Elio Callistio. Ma, nonostante le targhe stradali cambiate, per molti romani è rimasta piazza della Sedia del Diavolo.

Il nome poco rassicurante deriva dal rudere che svetta nel bel mezzo della piazza, ormai circondato e oppresso da palazzoni di nove piani.

Continue reading

Dove sono le porte del Castro Pretorio?

Il Castro Pretorio era l’accampamento militare permanente della guardia pretoriana, fatto edificare dall’imperatore Tiberio fuori dalla città, nell’anno 20. Costruito come un classico accampamento romano, di forma rettangolare, era difeso da mura e tagliato da due strade ortogonali, che s’incrociavano al centro, il Cardine e il Decumano, che fuoriuscivano dalle mura attraverso quattro porte.

La porta situata lungo l’attuale viale di Castro Pretorio, è scomparsa insieme al muro di cinta dell’accampamento, abbattuto in quanto interno alla città. ma gli altri tre lati dell’antico Castro sono ancora in piedi. E le porte dove sono? Continue reading