Una passeggiata fuori Porta del Popolo

Sabato 2 marzo alle 10:00, Pietro Rossi Marcelli ci condurrà in una passeggiata Roma2pass che ci racconta la storia millenaria del primo tratto della via Flaminia, quell’area che per secoli è stata chiamata ” fuori Porta del Popolo”.
Per saperne di più ed eventualmente prenotare, andare alla pagina dell’evento.

Un luogo che non ti aspetti a cinquanta metri da piazza del Popoplo

Mercoledì 27 febbraio alle 18:00 siamo attesi in via Flaminia 58 (vicino al mercato rionale) per visitare un luogo unico:  il borghetto dove hanno i loro studi gli artisti dell’Associazione Operatori Culturali Flaminia 58. Vedremo i loro studi, la mostra  di un’artista austriaca, Sabine Müller-Funk e ci affacceremo sul vecchio vicolo delle Grotte ormai chiuso e solitario.

Per saperne di più e prenotare andare alla pagina dell’evento.   Continue reading

Un tuffo all’inizio Novecento nel Museo Boncompagni Ludovisi

Mercoledì 20 febbraio alle 16:00 i Soci AMUSE sono attesi al Museo Boncompagni Ludovisi per le Arti Decorative, il Costume e la Moda dei secoli XIX e XX, per un piacevole viaggio nella moda e nel gusto italiano, tra opere d’arte di maestri contemporanei e creazioni di stilisti che hanno fatto la storia della moda.

Per saperne di più e prenotare andare alla pagina dell’evento.

La fabbrica del gas e gli aerostati a Valle Giulia

Mercoledì 13 febbraio alle 18:00, nella sala della Fortuna di Villa Giulia, si terrà una Conferenza Roma2pass sul passato industriale del quartiere Flaminio a pochi metri dalla Villa.

Per saperne di più e, se vuoi, prenotare, vai alla pagina dell’evento.

Presentazione del libro sulla Via Flaminia

Giovedì 7 febbraio alle 18:30 il Circolo del Tennis Belle Arti invita alla presentazione del libro AMUSE “Via Flaminia, da Porta del Popolo a Belle Arti” che si terrà nella Club House in via Flaminia 158.

Per saperne di più e, se vuoi, prenotare, vai alla pagina dell’evento.

Il sogno di Brasini nella Basilica del Sacro Cuore

Mercoledì 6 febbraio 2019, alle ore 20:45  inizierà la conferenza Roma2pass su Armando Brasini, architetto ecclettico e visionario, che svolgeremo dentro la sua opera più famosa: la Basilica del Sacro Cuore Immacolato di Maria a piazza Euclide.

Per saperne di più e, se vuoi, prenotare, vai alla pagina dell’evento.

Mercoledì 30 gennaio Roma2pass alla Galleria Nazionale

Mercoledì 30 gennaio alle 17:30, la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea ospita AMUSE che presenta il programma Roma2pass 2019 per la promozione e la conoscenza del territorio del Municipio II.

Per saperne di più vai alla pagina dell’evento o leggi il  Comunicato della Galleria Nazionale.

Invito della Galleria Nazionale

La Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea invita i Soci AMUSE alla mostra Joint is Out of Time, il nuovo progetto della Galleria che ridefinisce l’allestimento delle collezioni, rinnovandole con le opere di sette artisti contemporanei di provenienza internazionale. La mostra sarà inaugurata lunedì 21 gennaio, alle ore 18.00 (invito 21/01/2019).
Anticipiamo ai Soci che il prossomo 30 gennaio alle 18:00, presso la Galleria Nazionale ci sarà il KICK-OFF 2019 di Roma2pass. Non mancate

Roma2pass riparte all’Aranciera

Venerdì 11 gennaio alle 11:00, la dott.ssa Laura Panarese ci condurrà in una visita guidata alla mostra antologica di Giacomo Balla nel Museo Carlo Bilotti  –  Aranciera di Villa Borghese, situato nel cuore di Villa Borghese, un’occasione unica per vedere la prima produzione pittorica dell’artista che, non ancora futurista, è già rivolta allo studio della luce e del colore.

Per saperne di più e, se vuoi, prenotare, vai alla pagina dell’evento.

La famiglia Di Consiglio

Ascoltando la notizia dell’asportazione notturna delle 20 pietre d’inciampo in via della Madonna dei Monti, dedicate ad altrettanti membri della famiglia Di Consiglio vittime della Shoah, mi sono ricordato di una lapide in via Adalberto, tra piazza Bologna e via Tiburtina, dedicata ai caduti di questa zona detta Quartiere delle Crociate.

Sono andato a leggere la pagina Roma2pass che parla di questa lapide e ho avuto la conferma che tra decine di vittime della guerra (caduti sul fronte, sotto le bombe, non lo so) con nome e cognome c’è scritto FAMIGLIA DI CONSIGLIO e mi sono venuti i brividi al solo pensiero che fossero talmente tanti che nella lapide i loro nomi non sarebbero entrati.

In effetti le venti pietre d’inciampo testimoniavano che i Di Consiglio, raggruppatisi nella casa avita al rione Monti, erano tanti quando furono presi dai tedeschi e dai loro complici italiani. Ma come hanno gli italiani a percorrere il vicolo cieco delle leggi razziali?

Se volete ricordare un piccolo ma bruttissimo episodio della storia italiana, leggete anche voi la pagina sulla famiglia Di Consiglio.