I pini di Villa Borghese

Clicca qui per ascoltare la composizione di Ottorino Respighi  I pini di Villa Borghese.

Continue reading

Nella sua casa studio

Giacomo Balla nella sua casa studio

Continue reading

Ballo sul fiume

Ballo sul fiume di Giuseppe Capogrossi    Continue reading

Stele commemorativa

A fianco dell’altare centrale della chiesa di San Roberto Bellarmino c’è una stele.     Continue reading

Protetto: Leda e il Cigno

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Monumento alla Lingua Madre

Nel parco Rabin, a fianco di via Panama, si trova il monumento alla Lingua Madre, copia del Monumento Centrale dedicato alla Lingua Madre originale, situato a Dhaka.

MAPPA della Zona Parioli 1 (da via Salaria a piazza Ungheria)   Continue reading

Statua di Sant’Andrea

La statua di Sant’Andrea è in un’edicola nel Cimitero dei Pellegrini, al centro di piazzale Cardinal Consalvi, ben visibile dalla strada.

MAPPA della Zona Flaminio 3 (da via Guido Reni a Ponte Milvio)     Continue reading

Monumento ai Caduti dei Quartieri Salario Trieste

Il monumento ai Caduti dei Quartieri Salario Trieste nella Prima Guerra Mondiale si trova in Villa Paganini, nel Quartiere Trieste.

MAPPA della Zona Trieste 2 (tra corso Trieste e via Nomentana)   Continue reading

Monumento ai Caduti del bombardamento

Il monumento ai Caduti del bombardamento su San Lorenzo è al centro del Parco Caduti del 19 luglio 1943.

MAPPA della Zona Tiburtino 1 (quartiere San Lorenzo)   Continue reading

Orti Sallustiani

Da piazza Fiume si segua via Calabria; al primo incrocio si gira a sinistra, lungo via Collina, che conduce a piazza Sallustio. Qui, svariati metri al di sotto dell’attuale livello stradale, si vede un’aula romana con un’alta volta. Questi resti [rif. pianta g] facevano parte del complesso degli Orti Sallustiani, un giardino pubblico che comprendeva padiglioni, templi, statue e perfino un piccolo ippodromo. Prendevano il nome dal tribuno e storico Sallustio (I secolo aC) che ne aveva patrocinato lo sviluppo. A quei tempi questo luogo si trovava fuori della città, all’esterno del circuito delle mura serviane (non essendo ancora state costruite quelle aureliane). L’obelisco romano ora alla sommità della famosa scalinata di piazza di Spagna in origine venne trovato qui, così come pure alcune famose statue, ora nel Museo Nazionale Romano e nei Musei Capitolini.
Sfortunatamente l’aula non è aperta al pubblico e se ne può solo ammirare la muratura esterna dalla piazza.

da fare