Parioli 1942

Dal libro di Guglielmo Cerroni: Roma nei suoi quartieri  e nel suo suburbio – Palombi Editori 1942.

In origine questa parte di sviluppo della città (n.d.r. il quartiere Parioli) si chiamava col nome generico di quartiere Sebastiani dal nome del proprietario del terreno sul quale all’inizio del 1900 furono iniziate le prime costruzioni: le sue vie sono intitolate ad illustri musicisti e per confinare e fondersi, anzi, con la zona compresa tra il Giardino Zoologico e la via Po, oggi la maggior parte di questo tenitorio stradale appartiene al quartiere Vittorio Emanuele III (ndr oggi quartiere Pinciano). L’altra zona, quella di successivo sviluppo e più recente, si estende una parte sulle alture dei Monti Parioli e l’altra parte occupa la località della ex Villa Felicetti posta tra la Villa Savoia e Villa Fellonardi (n.d.r. Villa Filonardi): i nomi delle sue strade ricordano illustri attrici ed attori di teatro. In origine il complesso del quartiere faceva parte del Rione Campo Marzio.

Il nome di Parioli deriva dalla parola Pelaiolo o Peraiolo con la quale questi colli venivano chiamati nell’età di mezzo.

Protetto: Parioli 1942 Generalità

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password: Password:

Read more ...

Protetto: Zona del viale Maresciallo Pilsudski 1942

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password: Password:

Read more ...

Protetto: Villa Glori 1942

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password: Password:

Read more ...

Protetto: Acqua Acetosa 1942

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password: Password:

Read more ...

Protetto: Città degli sport e del dopolavoro 1942

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password: Password:

Read more ...

Protetto: Ponte XXVIII ottobre

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password: Password:

Read more ...

CIFRE (n.d.r. relative all'anno 1942)
Conclusa così questa rapida e forse incompleta visione dei Parioli, passerò alle cifre che riguardano il quartiere, chiedendo venia per le involontarie omissioni in cui posso essere incorso
Come rete stradale it quartiere conta: 1 borgata; 2 larghi; 1 piazzale; 9 piazze; 86 vie; 6 viali; 5 vicoli. Un complesso di 110 tra strade e piazze.
Demograficamente il quartiere offre le seguenti cifre: 9.890 maschi e 10.885 femmine, una popolazione cioè (suburbio compreso) di 20.775 anime.
L'aumento demografico medio mensile è di 50 nati, 14 dei quali in famiglie con due figli e 5 famiglie con oltre 4 figli. La mortalità è di 17 morti in media al mese con un sopravanzo di nascite di 23 nati.
Il Gruppo rionale fascista situato a piazza Ungheria, proprio all'inizio del viale Rossini, è intitolato ad Annibale Foscari e vanta uno dei più poderosi gruppi della G.I.L. romana

BIBLIOGRAFIA
GIUSEPPE COBOLLI GİGLI: Il contributo del Ministero dei LL, PP. al Piano Regolatore di Roma Imperiale. Ed. Ist. St. Rom., 1934
GUGLIELMO CERONI: Nascita di una città degli sport e dei Dopolavoro - Sport. Fascista, dicembre 1938
PIERO SCARPA: Vecchia Roma - Ed Ferri, 1939
ADOLFO PERNER: Il viale Maresciallo pilsudski in Roma - Capitolium, marzo 1938.
ALESSANDRO CANEZZA: Il risanamento Clementino della Fonte dell’Acqua Acetosa e l’opera di Giovanni Maria Lancisi.Capitolium, novembre 193

Torna a Guglielmo Cerroni: Roma nei suoi quartieri  e nel suo suburbio Palombi Editori 1942, Parioli.

I commenti sono chiusi