Cimitero Ostriano

Cimitero Ostriano è il nome più antico di un complesso di catacombe, presso le quali – come raccontano gli antichi Martirologi – era un piccolo villaggio agreste. In quel cimitero era la sepoltura di due soldati martiri, Papia e Mauro. Successivamente vi sarebbe stata sepolta Santa Emerenziana, sorella di latte di Sant’Agnese e martire dopo di lei.

In uno scritto assai antico, del tempo di papa Gregorio I Magno (590 – 606), si parla dell’Ostriano come “de sede ubi prius sedit Sanctus Petrus“, ossia della prima località in cui sosta San Pietro arrivando a Roma. Lì l’apostolo si reca a battezzare i fedeli con l’acqua di un torrente che sgorgava da un’altura, tra via Salaria e via Nomentana. Il fiumiciattolo (il cui nome era forse Ostrio) è quello che successivamente è stato chiamato Fosso di Sant’Agnese e oggi e solo un asse fognario del quartiere, sul percorso corso Triste, viale Eritrea, viale Libia.

Successivamente, il Coemeterium Ostrianum è identificato con il Maius Cemeterium, il Cimitero detto Maggiore per la sua estensione, del quale è stato scoperto un ingresso su un lato di via Asmara (vicino a piazza Annibaliano), in verità un pò distante dall’attuale via Ostriana (che è una traversa di via di Priscilla) dove era l’entrata della piccola Catacomba Ostriana.

Mappa Trieste 4 (zona piazza Vescovio)

I commenti sono chiusi