Comparto residenziale delle corti

Tra via Guglielmo Calderini, via Luigi Poletti e viale Pinturicchio, all’altezza di piazza Mancini, sorge un grande complesso quadrato residenziale denominato “Comparto residenziale delle corti”.

Il nome del Comparto residenziale delle corti deriva dal fatto che in questo complesso edilizio i cortili assumono inequivocabilmente il valore di spazio di relazione della comunità degli abitanti.

Il complesso costituisce una sperimentazione del modello “hofe” (cortili in tedesco). Tutto nasce dai Sophie-Gips Höfe, una serie di edifici con i muri di mattoni rossi che sorgono a Berlino, nel quartiere di Mitte, di fianco alla chiesa di Santa Sofia, l’unica chiesa barocca con annesso antico cimitero rimasta a Berlino.

Berlino. Sophie-Gips HöfeI Sophie-Gips Höfe sono caratterizzati da una serie di cortili circondati da edifici che ospitavano fabbriche di macchine da cucire e di biciclette. Dopo la riunificazione della Germania, questi cortili sono stati restaurati ed ora ospitano botteghe artigiane, bar, ristoranti e la galleria d’arte di Erika e Rolf Hoffmann.

Gli Hoffmann trasferirono qui la loro collezione di arte privata nel 1995 e, durante la ristrutturazione, commissionarono a numerosi artisti delle opere che sono state incorporate nelle strutture degli edifici che circondano i cortili. Un esempio è la serie di parole dipinte lungo l’intera facciata in uno dei cortili.

Nei dintorni: MAXXI, piazza Mancini, piazza dei Carracci,

Mappa Flaminio 3 (Zona da via Reni a Ponte Milvio)

I commenti sono chiusi