Complesso archeologico di San Valentino

Il complesso  archeologico di San Valentino è sotto il Monte Parioli dove ora corre viale Maresciallo Pilsudski, a pochi metri da viale Tiziano. Il complesso comprende le Catacombe di San Valentino e la Basilica di San Valentino.

In viale Maresciallo Pilsudski 2, ai piedi dei Monti Parioli, sulla destra venendo da via Flaminia, c’è una cancellata: è l’ingresso a ciò che rimane della Basilica di San Valentino. Una decina di metri a destra dietro il muro di recinzione, una porta metallica segna l’ingresso della catacomba di San Valentino.

Sotto i nostri piedi ormai coperto dalla strada e distrutto per la costruzione dello stadio Flaminio giace un complesso cimiteriale. Tutta l’area antistante fino alla via Flaminia, infatti, oggi sotto viale Maresciallo Pilsudski, piazzale Ankara ed il piazzale dello Stadio Flaminio, era un cimitero.

Un primo livello di deposizioni, sicuramente pagane, è datato tra il II ed il III secolo. Uno strato superiore è formato da sepolture cristiane legate alla costruzione della basilica di San Valentino che occupò, in un secondo tempo, la zona sud-ovest dell’area. Le tombe sono di vario genere: alcune sono a capanna ricoperte da tegole, ricche di bolli, attribuibili a fabbriche di V secolo; altre tombe sono coperte da lastre marmoree con iscrizioni datate tra il 318 e il 523. Una serie di mausolei di III-IV secolo, realizzati in opus listatum, occupano l’area adiacente alla basilica: in parte scavati nella roccia, sono a pianta rettangolare, con sepolcro arcuato, allineati, contigui e comunicanti, con accesso ad ovest. Nel cimitero troviamo tombe in cui i corpi sono sia inumati che e inceneriti.

La leggenda vuole che le spoglie del Martire furono deposte nel cunicolo presente nel podere della matrona Sabina, al primo miglio della via Flaminia. Secondo gli studi più recenti, invece, il corpo di Valentino non fu mai deposto in catacomba, bensì all’esterno, in un sarcofago intorno al quale si formò un’area “ad martirum” quadrangolare, recintata, con una piccola abside scavata nella roccia, foderata da un rivestimento marmoreo e inclusa in una parete rettilinea scavata contro il terrapieno.

Per approfondire: www.academia.edu/1542030/Nuovi_studi_sulla_basilica_di_San_Valentino_sulla_via_Flaminia

Mappa Parioli 5 (Zona Villaggio olimpico, Villa Glori)

I commenti sono chiusi