Crolli a Valle Giulia

La zona adiacente Valle Giulia versa in uno stato di degrado ed abbandono inaccettabile. Salendo su viale Belle Arti, in direzione Parioli, a sinistra dopo l’Arco Oscuro, nel tratto di strada che costeggia il Museo Nazionale Etrusco, si trova ancora una vecchia rete che delimita in cui un piccolo crollo che avvenne un anno fa.

Poco più avanti, nel piazzale Thorvalsen (dopo c’è il capolinea della linea 3), a destra in alto è evidente una balconata mancante. In effetti, salendo sul soprastante piazzale Churchill, si constata che un luogo così bello è deturpato da palanche installate a protezione dei passanti al posto della balaustra, precipitata più di due anni fa, nel sottostante largo Bolivar.

La balaustra in travertino fu costruita nell’ambito dei lavori per l’Esposizione Universale di Roma nel 1911 in occasione del 50° anniversario dell’unità d’Italia, in cui fu realizzata la Galleria Nazionale di Arte Moderna, l’Accademia Britannica di Archeologia e Belle Arti (in piazzale Churchill), ponte Risorgimento e tutta la sistemazione dell’area. Successivamente, furono realizzate la Facoltà di Architettura e altre Accademie culturali di numerosi stati.
Responsabile dei lavori dovrebbe essere il XII Dipartimento del Comune di Roma, ma siamo ormai arrivati al 150° anniversario e il degrado attuale, le palanche, i fili di ferro arrugginiti, non sono certo un buon festeggiamento della ricorrenza .

Mappa Pinciano 5

I commenti sono chiusi