Diario delle Passeggiate

R2p logo 200x28ANNO 2016

14 dicembre “Lungo il fiume. Da Ponte Risorgimento a Ponte della Musica”

26 novembre “Villa Torlonia. A cura del Servizio Giardini”

Mercoledì 23 novembre alle 15:00 passeggiata “Il quartiere San Lorenzo. 19 luglio 1943 poco dopo le 11” (1) (3). Un tour a San Lorenzo che da quartiere proletario e antifascista, bombardato da 662 aerei che provocano 3.000 morti e 11.000 feriti, si è trasformato nell’attuale quartiere di studenti, artisti, artigiani, scrittori en intellettuali, ricco di punti di vita collettiva, di pub, ristoranti e birrerie, ma anche di associazioni sociali e culturali, a luoghi arricchiti di forti espressioni di “street art”. L’appuntamento è sulla via Tiburtina, all’ingresso principale del “Parco caduti 19 luglio 1943“, in corrispondenza di via dei Latini.

Sabato 12 novembre alle 15:00 “Lungo via Nomentana. Da Porta Pia a corso Trieste” (1) (3). La passeggiata ci fa ripercorrere alcune epoche della storia di Roma riscoprendo le identità che la via Nomentana ha assunto nel corso dei secoli. Nata come strada di breve comunicazione in epoca romana, utilizzata come viale per le passeggiate dei Papi e della nobiltà romana, diventa cardine dell’espansione della Roma umbertina e grande arteria del traffico cittadino che oggi percorriamo senza accorgerci delle testimonianze che raccontano la storia della città. Appuntamento sul lato esterno del marciapiede di Porta Pia.

Giovedì 17 novembre alle 15:00 passeggiata “Via Panama e dintorni. La palazzina a Roma” (1) (3) che ci fa conoscere la zona del quartiere Parioli da piazza Ungheria a piazza largo Bangladesh, su via Panama. E’ la prima delle due passeggiate dedicate al nucleo del quartiere Parioli, sorto tra il 1930 ed il 1940 tra piazza Ungheria e via Salaria a ridosso di Villa Ada e si chiama così perché percorrendo poche centinaia di metri, ci sembrerà di sfogliare un significativo “catalogo” delle palazzine romane. Appuntamento in piazza Cuba, a due passi da piazza Ungheria.

Martedì 8 novembre alle 15:00 “Il quartiere Flaminio 1. Piccola Londra, Villa Flaminia, Villa Riccio” (1) (3). Il quartiere Flaminio, nato nel 1913, ha un triangolo immobiliare di particolare fascino, costituito da una stradina interna in stile britannico, una grande oasi di verde, oggi prestigiosa scuola privata, e quella che è stata la prima città-giardino di Roma, prossima a festeggiare i suoi primi cento anni. Vedremo come e perché vennero edificate e ne scopriremo le curiosità e gli angoli meno noti. Appuntamento in via Flaminia 265, a pochi metri dall’incrocio con viale del Vignola. PRENOTATI

Mercoledì 26 ottobre alle 16:00 “Alle origini del Nomentano. Da via Bari a viale XXI Aprile” (1) (3). Una passeggiata per ascoltare come è nato il quartiere Nomentano e di esplorare questa parte del quartiere, tra Piazza Bologna e Villa Torlonia. L’itinerario inizia in via Bari 18, davanti all’imponente palazzo del Dopolavoro ferroviario e del Teatro Italia, e percorre un percorso rettilineo lungo via Rovigo, via di Villa Massimo e via Giovanni Battista de Rossi, fino ad arrivare a viale XXI Aprile, davanti alla Scuola della Guardia di Finanza e al Palazzo Federici.

Sabato 22 ottobre alle 9:45 “Villa Borghese. Giardini segreti. A cura del Servizio Giardini” (1) (4) (6), passeggiata organizzata con il Dipartimento Tutela Ambientale e del Verde (Servizio Giardini) del Comune di Roma che propone a pagamento (€ 4 a persona) visite guidate in alcuni parchi e ville di Roma, lungo un percorso didattico di visita storico-botanica della durata di due ore circa. Dopo aver completato la presente prenotazione, è necessario pagare la visita al Comune di Roma, seguendo le indicazioni illustrate nel Modulo di prenotazione, e portare la ricevuta di pagamento il giorno della visita.

Martedì 18 ottobre alle 16:00 “Incontro con Pierluigi Nervi. Dentro e fuori il MAXXI” (1) (2) per conoscere l’opera del grande ingegnere italiano. Alla passeggiata partecipa anche prof. Sergio Poretti della Università di Roma Tor Vergata. La passeggiata si svolge in due fasi. Nella prima vedremo delle opere di Nervi nell’area del Villaggio Olimpico: il Palazzetto dello Sport, lo Stadio Flaminio, e il viadotto di corso Francia. Nella seconda visiteremo la mostra su Pier Luigi Nervi, organizzata dal MAXXI Architettura. Il biglietto di ingresso alla mostra costa 4,0 €. In alternativa al biglietto, è possibile anche acquistare la carta di abbonamento annuale al MAXXI, al prezzo speciale di 20 € (riservato ai Soci AMUSE).

Giovedì 13 ottobre alle 15:00 passeggiata “Villa Ada. Intorno alla Palazzina Reale” (1) (2) (3) (4). E’ una passeggiata nel cuore di Villa Ada, nei luoghi dove la villa è nata nel Settecento. Il percorso è un ampio giro intorno alla Palazzina reale, alla scoperta  degli edifici antichi della villa e della loro storia: i diversi casali sulla via Salaria, la chiesetta del Divino Amore a Villa Ada, il Casino Pallavicini, il Tempio di Flora, la Casa delle Cavalli Madri, le Scuderie reali. Nel bosco troveremo le tracce dell’antico giardino settecentesco e ottocentesco, con fontane, ponticelli, laghetti oggi difficilmente visibili nella vegetazione e scenderemo fino al Bunker dei Savoia che visiteremo. Per noi il biglietto di ingresso al Bunker è stato dimezzato e pagheremo 5 €, invece di 12 €, direttamente all’associazione Roma Sotterranea che ha integralmente affrontato i costi del ripristino del bunker dopo settantanni di abbandono totale. L’itinerario è lungo circa due chilometri e ha una durata prevista di circa 90 minuti, compresa la lettura delle spiegazioni o l’ascolto della guida. Il percorso si snoda su strade e  sentieri in terra battuta con alcuni tratti in pendenza, è necessario indossare un abbigliamento comodo e scarpe chiuse con suole in gomma.

Sabato 1 ottobre alle 16:00 passeggiata “Lungo via XX Settembre. L’asse ministeriale di Roma Capitale.” (1) (3). Il tour ci riporta al 1871, quando Roma, nuova Capitale d’Italia, inizia la sua trasformazione da città papale a grande capitale europea. Idea vincente per il nuovo assetto cittadino è quella del Ministro Quintino Sella: realizzare un asse ministeriale lungo via XX Settembre. Ne vedremo i primi passi, l’evoluzione e il rapido declino causato dalle contraddizioni insite ancora oggi nel tessuto urbano, sociale e politico cittadino.

” Coppedè. Un quartiere o scenografia?” Giovedì 30 giugno, ore 19:30

“Lungo il fiume 1. Da Ponte Margerita a Ponte Matteotti”  Mercoledì 22 giugno, ore 16:30 (1) (3).  

“Le strade più esclusive di Roma”  Lunedì 13 giugno, ore 18:00 (1) (3).  Due passi nelle piccole strade di Monti Parioli dove la privacy regna sovrana. Partendo dal fioraio di Largo Belgrado addossato a un cancello della grande Villa Centurini, lungo Via Giuseppe Ceracchi, via Carlo Dolci, Via Pietro Paolo Rubens e Via di San Valentino, passeremo in rassegna le ville e i villini che adornano il ciglio dell’antico Mons Sancti Valentini e vedremo opere dei Busiri Vici, Pediconi e altri architetti del ‘900 romano. Appuntamento in largo Belgrado dove Via dei Monti Parioli si incrocia con Via Antonio Gramsci e via di San Valentino.

“La villa reale”  Giovedì 26 maggio ore 17:30: (1) (3).  Passeggiata nel cuore di Villa Ada alla scoperta della sua storia e dei suoi edifici: la Palazzina Reale, il Casino Pallavicini, il Tempio di Flora, la Casa delle Cavalli Madri, le scuderie. Nel bosco troveremo le tracce dell’antico giardino ottocentesco, con fontane, ponticelli, laghetti oggi difficilmente visibili nella vegetazione. Una sosta sarà poi fatta al bunker dei Savoia dove la famiglia reale si rifugiava nel 1943- 44, quando la parte orientale di Roma era sotto la mira dei bombardieri americani. Durante la passeggiata percorriamo anche sentieri in terra battuta con alcuni tratti in pendenza, quindi è necessario indossare un abbigliamento comodo e scarpe chiuse con suole in gomma (vanno bene le classiche scarpe da ginnastica). L’appuntamento è all’ingresso carrabile della Villa in via Salaria, davanti a via di Villa Ada.

“19 luglio 1943, qualche minuto dopo le 11”  Lunedì 23 maggio ore 18:00  (1) (3). Un tour a San Lorenzo che da quartiere proletario e antifascista, bombardato da 662 aerei che provocano 3.000 morti e 11.000 feriti, si è trasformato nell’attuale quartiere di studenti, artisti, artigiani, scrittori en intellettuali, ricco di punti di vita collettiva, di pub, ristoranti e birrerie, ma anche di associazioni sociali e culturali, a luoghi arricchiti di forti espressioni di “street art”. L’appuntamento è sulla via Tiburtina, all’ingresso principale del “Parco caduti 19 luglio 1943“, in corrispondenza di via dei Latini.

“Lungo il vicolo dell’Arco Oscuro”  Lunedì 16 maggio ore 18:00  (1) (3).  Passeggiata da Belle Arti a largo Belgrado, lungo il tracciato dell’antico vicolo dell’Arco Oscuro, il viottolo che per secoli ha consentito alla nobiltà romana di raggiungere le ville e i casali di villeggiatura che sorgevano su questi colli. Appuntamento sul piazzale davanti a Villa Giulia, sul marciapiede opposto alla villa, sotto viale Bruno Buozzi davanti all’Arco Oscuro.

Sabato 7 e domenica 8 maggio Roma2pass partecipa a Open House Roma (6), il grande evento annuale di architettura sviluppato in 4 continenti e 31 città che in un solo week end apre gratuitamente al pubblico degli appassionati centinaia di edifici della Capitale notevoli per le peculiarità architettoniche, artistiche e storiche, anche e soprattutto a quello moderno e contemporaneo, fino ad aprire la visita anche dei cantieri della città in trasformazione. In particolare Roma2pass organizza nell’ambito di Open House delle Passeggiate ai Parioli e al Villaggio Olimpico. I Soci AMUSE sono invitati a partecipare alla manifestazione. Il programma sarà disponibile online su www.openhouseroma.org.

Nel cuore del Nomentano Mercoledì 20 aprile alle ore 17:00 (1) (3)

“Visita alla Scuola Superiore di Polizia” Venerdì 15 aprile ore 11:00 (1) (2). Roma2pass svolgerà una visita alla eccezionale collezione di opere in legno, vetro e carta, realizzate espressamente nel 2004 per la Cappella, il Sacrario e il Refettorio della Scuola Superiore di Polizia su Via Guido Reni, il nuovo Il miglio delle arti. La partecipazione alla visita deve essere prenotata ed è necessario venire muniti di un documento di Identità. Appuntamento ore 10,45 in via Pier della Francesca 3, davanti all’ingresso della Scuola.

“Visita alla signora Trombadori” Mercoledì 13 aprile ore 17:00 (1) (2).  Incontro a Villa Strohl Fern – che dal 1957 ospita una delle sedi del liceo Chateaubriand – caratterizzato dagli atelier di famosi artisti, tra cui coloro che, agli inizi del XX secolo, diedero origine alla Scuola Romana. L’unico atelier oggi rimasto è il n. 12, quello del pittore Francesco Trombadori, strenuamente difeso dalla figlia Donatella che ci accoglie negli ambienti in cui ha trascorso la sua fanciullezza e ci racconterà la storia della villa.  Appuntamento all’ingresso della villa in via di Villa Ruffo 31.

“Nuova vita al vecchio edificio” Giovedì 7 aprile ore 17:00 (1) (2).  Visita al Poligrafico dello Stato per comprendere cosa era e cosa sta diventando il grande edificio di piazza Verdi, oggi trasformato in un grande cantiere.  Appuntamento in piazza Verdi davanti al Poligrafico.

“Il Miglio delle arti. Seconda parte”  Mercoledì 23 marzo ore 16:00 (3).  Appuntamento in piazza Apollodoro davanti al fioraio.

“Il Miglio delle arti. Prima parte”  Venerdì 18 marzo ore 16:00 (1) (3).  Due passi da Villa Glori a piazza Apollodoro, la prima parte della passeggiata lungo il rettilineo di circa mille e settecento metri, un vero e proprio miglio delle belle arti, dello sport e della scienza, che ha oggi assunto una valenza non solo per i quartieri che attraversa ma a vantaggio di tutta Roma e della città metropolitana intorno.  Appuntamento in via De Coubertin davanti all’ingresso dell’Auditorium.

“Nella vigna di Papa Giulio”  Venerdì 11 marzo ore 16:00 (1) (3) (posticipata dal 4/3).   Due passi nell’area ove sorgeva il grande complesso di Villa Giulia, che a metà Cinquecento, illuminò questa piccola valle. L”obiettivo è quello di illustrare la grandiosità della villa, definita dai contemporanei l’ottava meraviglia del mondo, di cui ciò che rimane è solo un pallido ricordo.   Appuntamento in via Flaminia angolo via di Villa Giulia (davanti alla grande fontana). PRENOTATI e successivamente verifica l’esito della tua prenotazione.

“Due passi a Villa Pamphilj. Prima parte”  Sabato 12 marzo ore 9:45 (1) (4).  Passeggiata storico-botanica da Porta San Pancrazio al Giardino del Teatro, svolta con la collaborazione del Dipartimento Tutela Ambiente del Comune di Roma per vedere lo Chalet Svizzero, l’Arco dei Quattro Venti, il Villino Corsini, la Legnara, la Valle dei Daini, la passeggiata lungo l’Acquedotto Traiano-Paolo, il Giardino del Teatro, il Casino del Bel Respiro (Villa Algardi) con veduta sul Giardino Segreto.  Appuntamento in via di Villa Pamphilj 10. PRENOTATI e successivamente verifica l’esito della tua prenotazione.

“Due passi a Villa Celimontana”  Sabato 27 febbraio ore 9.45″ (1) (4).  Passeggiata storico-botanica, svolta con la collaborazione del Dipartimento Tutela Ambiente del Comune di Roma. Appuntamento all’ingresso della villa in via della Navicella. PRENOTATI e successivamente verifica l’esito della tua prenotazione.

Sabato 20 febbraio ore 10:45′: “Visita alla signora Trombadori. Incontro a Villa Strohl Fern” (1).
Appuntamento all’ingresso della villa in via di Villa Ruffo 31.
Plasmato da Alfred Strohl, il parco di Villa Strohl Fern – che dal 1957 ospita una delle sedi del liceo Chateaubriand – è caratterizzato da caratteristici elementi architettonici della fine del XVIII secolo: alcuni divennero più tardi gli atelier di famosi artisti, tra cui coloro che, agli inizi del XX secolo, diedero origine alla Scuola Romana. L’unico atelier oggi rimasto è il n. 12, quello del pittore Francesco Trombadori, strenuamente difeso dalla figlia Donatella che ci accoglie negli ambienti in cui ha trascorso la sua fanciullezza e ci racconterà la storia della villa e del suo padrone, la storia di suo padre e di molti artisti che qui si sono avvicendati negli anni.

Venerdì 5 febbraio ore 15:00: “Nuova vita al vecchio edificio. Visita al Poligrafico dello Stato” (1).
Appuntamento in piazza Verdi davanti al Poligrafico. PRENOTATI
 e successivamente verifica l’esito della tua prenotazione. 
La visita, organizzata grazie alla cortesia di CDP Immobiliare, ci permetterà di comprendere cosa era e cosa sta diventando il grande edificio di piazza Verdi.
Nella passeggiata all’interno del palazzo, oggi trasformato in un grande cantiere, saremo guidati dal padrone di casa, l’ing. Vito Lipari della CDP Immobiliare che ci illustrerà i lavori in corso. Nel nostro percorso tre qualificatissimi speaker ci illustreranno l’edificio da tre punti di vista diversi: urbanistico, architettonico e produttivo. Il prof. Giorgio Bellagamba, urbanista e socio AMUSE, ci illustrerà la nascita del quartiere intorno; l’arch. Massimo Tiballi, della Sovrintendenza, parlerà della imponente architettura che caratterizza l’edificio, mettendola a confronto con quella di altri palazzi pubblici sorti in quegli anni, il geom. Giuseppe Callori, dirigente dell’Istituto Poligrafico e Zecca Dello Stato, infine, ci racconterà della vita che per un secolo ha pulsato negli ambienti che vedremo i quali, protetti da spesse mura, hanno ospitato per un secolo un vero e proprio stabilimento di produzione.
Questa è una passeggiata del ciclo Alla scoperta dei luoghi del Municipio.

Martedì 2 febbraio ore 15:00 : “Dove iniziano i Parioli. Due passi intorno a Villa Grazioli” (1) (3).
Appuntamento davanti al Panamino (largo Bangladesh). PRENOTATI e successivamente verifica l’esito della tua prenotazione.
Passeggiata del ciclo Alla scoperta dei luoghi del Municipio. Dopo il giro a  via Panama e via Lima, proseguiamo la nostra esplorazione su via Bruxelles e via di Villa Grazioli, per continuare a sfogliare quel significativo “catalogo” delle palazzine romane che questo lembo dei Parioli, sorto tra il 1930 ed il 1940 tra piazza Ungheria e via Salaria a ridosso di Villa Ada, ci offre.

Martedì 26 gennaio ore 11:00 : “Urbs Picta. Visita guidata al Museo Carlo Bilotti” (1).
Urbs Picta è una collezione di fotografie dei murales che abbelliscono aree degradate della città che visiteremo con la curatrice, dott.ssa Carla Scagliosi. Con una ampia selezione di opere e di artisti, la rassegna definisce con chiarezza il limite tra “street art” e inutile vandalismo, fornendo foto e itinerari per ammirare una serie di luoghi non (ancora) turistici della città. Le foto sono opera di Mimmo Frassineti ed esplorano l’evoluzione del linguaggio artistico dell’arte urbana, per sua natura trasgressivo. Nel percorso si accostano i progetti finanziati da istituzioni pubbliche o private, come le opere realizzate nelle stazioni della metro A o “Sanba” nel quartiere di San Basilio, alle opere anonime e muri iconici, dal progetto “Muro” al Quadraro al lettering all’ombra del Gasometro, fino ai muri dedicati a Pasolini nel cuore del Pigneto (per approfondire la Street art a Roma).
Con l’occasione vedremo la collezione permanente del Museo che si è costituita in seguito alla donazione dell’imprenditore Carlo Bilotti al Comune di Roma: 23 opere tra dipinti, disegni e sculture. Il nucleo più consistente comprende 17 dipinti e una scultura di Giorgio de Chirico e tre ritratti, quello di Tina e Lisa Bilotti di Andy Warhol, quello di Carlo con Dubuffet sullo sfondo di Larry Rivers, e quello di Carlo e Tina Bilotti di Mimmo Rotella. Completano il nucleo originario della collezione “L’estate” di Gino Severini e la scultura “il Cardinale” di Giacomo Manzù. A questo primo nucleo si sono aggiunte negli ultimi anni opere di Consagra, Dynys, Greenfield-Sanders e Pucci.

Mercoledì 20 gennaio ore 15:00 : “Fuori Porta del Popolo. Due passi da piazzale Flaminio a Belle Arti” (1) (4).  Primo appuntamento del ciclo Da Porta del Popolo a Monti Parioli. Il primo segmento del percorso inizia da piazzale Flaminio , dove sentiremo la storia millenaria di questi luoghi, e si svolge lungo il primo tratto della  via Flaminia , fino all’Abbeveratoio di papa Giulio. La passeggiata si chiama così perché questo è il nome con cui è stata identificata per secoli l’area che andiamo a visitare.

ANNO 2015

Sabato 16 gennaio ore 11:00′: “Visita alla signora Trombadori. Incontro a Villa Strohl Fern” (1).
Primo appuntamento del ciclo Passeggiate nelle ville del Municipio. Plasmato da Alfred Strohl, il parco di Villa Strohl Fern – che dal 1957 ospita una delle sedi del liceo Chateaubriand – è caratterizzato da caratteristici elementi architettonici della fine del XVIII secolo: alcuni divennero più tardi gli atelier di famosi artisti, tra cui coloro che, agli inizi del XX secolo, diedero origine alla Scuola Romana. L’unico atelier oggi rimasto è il n. 12, quello del pittore Francesco Trombadori, strenuamente difeso dalla figlia Donatella che ci accoglierà negli ambienti in cui ha trascorso la sua fanciullezza e ci racconterà la storia della villa e del suo padrone, la storia di suo padre e di molti artisti che qui si sono avvicendati negli anni.

Martedì 15 dicembre ore 17:30: “Un giro in pallone”.(5)
Prima dell’incontro natalizio di AMUSE, seguiremo Giulio Valli, un ufficiale di marina dei primi anni del Novecento, in una serie di ascensioni in aerostato da via Flaminia (dove c’era la società che produceva il gas necessario). Avremo l’opportunità unica di vedere le sue splendide foto dal pallone (mai pubblicate) che testimoniano sia una Roma di inizio secolo, in cui l’abitato arrivava a piazzale Flaminio e la nuova città di stava espandendo oltre Tevere sugli antichi Prati di Castello, sia personaggi dell’Agro romano dove, spinto dal Ponentino, spesso terminavano i voli.

Giovedì 26 novembre ore 15:00: “La palazzina a Roma. Due passi tra via Panama e via Lima”. (1) (3)
Una passeggiata tra via Panama e via Lima che ci permetterà di sfogliare un significativo “catalogo” delle palazzine romane. E’ la prima delle due passeggiate dedicate al nucleo dei Parioli, sorto tra il 1930 ed il 1940 tra piazza Ungheria e via Salaria a ridosso di Villa Ada.

Sabato 21 novembre alle 10:00: “Nel cuore del Servizio Giardini. Due passi nel Semenzaio di San Sisto” (1) (4)

Mercoledì 11 novembre alle 11:20: “Un minareto a Roma. Visita alla Grande Moschea”. (1)
È la più grande moschea dell’Occidente, sorge su 30.000 m² di terreno nella piana dell’Acqua Acetosa e può ospitare fino a 12 000 fedeli. La moschea, oltre a essere un punto di riferimento in campo religioso, fornisce servizi culturali e sociali connessi all’appartenenza alla fede islamica. Fu voluta e finanziata dal re Faysal dell’Arabia Saudita, capostipite della famiglia reale saudita, nonché Custode delle Moschee di La Mecca e Medina. È opera dell’architetto Paolo Portoghesi. I partecipanti devono indossare un abbigliamento consono al luogo di culto e di mantenere sempre un comportamento rispettoso. Le signore in particolare devono portare con sé un copricapo, da mettere durante la visita Si consiglia d’indossare calzature comode, poiché per entrare nella sala di preghiera è necessario togliere le scarpe. (per saperne di più)

Venerdì 30 ottobre alle 15:00: “Nel giardino Lancellotti. Due passi intorno a piazza Verbano. (1) (3)
Questo itinerario ci fa conoscere la zona del quartiere Trieste intorno a piazza Verbano, da via Salaria a corso Trieste, da via Chiana a Parco Nemorense, costituita da un nucleo dell’abitato sulla piazza, costituito da edifici a blocco alti 6 piani intensivi. Sulla piazza convergono due assi viari ortogonali tra di loro e qui ha sede  tutto quello che serve agli abitanti del quartiere: il cinema, la sede del partito, il distributore di benzina, il fioraio, la farmacia, il giornalaio, il bar, l’agenzia di viaggi, il barbiere, gli alimentari, la latteria, l’emporio. Intorno a questo grande nucleo sono realizzati villini e palazzine di buona architettura. Tutte le strade sono alberate  così come alberate sono le corti dei grandi palazzi e gli spazi intorno ai villini. L’architettura è molto austera e non offre spunti particolari se non negli edifici progettati da Quadrio Pirani lungo via Chiana, ma la qualità ambientale complessiva testimonia di come tutta Roma avrebbe potuto svilupparsi, anche nelle sue parti più densamente costruite, se le indicazioni del Piano Regolatore del 1909 avessero più frequentemente trovato analoghe forme di applicazione.

Venerdì 23 ottobre alle 16:00 in via Flaminia 133, nella Sala Consiglio della società Azimut, “Roma2pass ritorna”, con la presentazione di un libro e delle passeggiate della stagione 2015-2016 (1) (5):
Pietro Rossi Marcelli introdurrà la stagione 2015-2016 delle Passeggiate, il nostro Socio, prof. Piergiorgio Bellagamba, offrirà un quadro dello sviluppo urbanistico della zona di piazza Verbano, area in cui si svolgerà la prima passeggiata in programma, e Nicoletta Pietravalle ci presenterà il suo libro “Passeggiate Romane d’Agosto nei quartieri Parioli, Salario, Trieste, Nomentano, Flaminio”. Grazie alla generosità dell’autrice, ogni partecipante riceverà in dono una copia del libro. Prenotati in quanto la sala ha un numero limitato di posti e, prima della data prevista per l’incontro, verifica l’esito della tua prenotazione.

Giovedì 18 giugno alle 18:30: “A spasso per l’agro romano”. Conversazione nel Casale Cairoli sul territorio a nord di Roma (1) (4)
Dopo una visita all’antico casale dell’ing. Glori dove morì Enrico Cairoli, Luigi Cherubini, autore del libro “Atlante dell’agro romano”, ci conduce in una passeggiata virtuale attraverso le mappe. Una Roma e dintorni inedita, rappresentata prima da mappe romane e mappe arabe, affascinanti nella loro geometrica semplicità, poi da una cartografia sempre più precisa. Ci occuperemo in particolare dell’area a nord delle mura, punteggiata da ville, come Villa Giulia o Villa Patrizi, chiese, come Sant’Agnese o il tempietto di Sant’Andrea a Flaminia, e monumenti minori ma singolari, come la Fontana dell’Acqua Acetosa o i pozzi di prospezione dell’Acqua Vergine, e percorsa dai “vicoli”, viottoli di campagna che correvano tra i muri delle proprietà della Chiesa e della nobiltà romana e dove l’incolumità del viandante non era affatto garantita.

Martedì 16 giugno: AMUSEstate 2015 (5).
Appuntamento alle 17:30 alla Casa Famiglia Caritas di Villa Glori
(ingresso pedonale dal parco di Villa Glori, ingresso carrabile via Venezuela 27).
Invito-programma AMUSEstate 2015 .pdf

Giovedì 11 giugno alle 16:30: I Bonaparte a Roma. Visita al Museo Napoleonico (1)
Di fronte al Palazzaccio c’è l’elegante palazzo che il conte Primoli donò alla città di Roma con la sua importante collezione di opere d’arte, cimeli napoleonici, memorie familiari che testimoniano i forti rapporti dei Bonaparte con Roma. Dopo l’arrivo dei Francesi nel 1808, infatti, Napoleone sogna di affidare il governo della città al figlio al quale conferisce il titolo di Re di Roma. Alla caduta dell’Impero, quasi tutti i componenti della famiglia Bonaparte chiedono asilo a papa Pio VII. La madre Letizia si stabilisce a piazza Venezia, i fratelli Luigi e Girolamo a Palazzo Mancini Salviati e a Palazzo Nuñez, la sorella Paolina, passata l’infatuazione con il marito Camillo Borghese, nella sua villa tra porta Salaria e porta Pia (oggi Villa Paolina). Ma l’iniziatore del “ramo romano” dei Bonaparte è Luciano che già nel 1804 si era trasferito a Roma in aperto dissidio con il fratello imperatore. Carlotta Bonaparte, nipote di Luciano, sposa il conte Pietro Primoli e dalla coppia nasce Giuseppe Primoli che, ricco, colto, appassionato bibliofilo e abile fotografo, crea, attraverso donazioni familiari e acquisti sul mercato antiquario, e offre alla città di Roma questo raffinato esempio di casa-museo.

Sabato 6 giugno alle 10:30: Il sogno del Principe. Passeggiata storico-botanica a Villa Torlonia. 2a parte (1) (4).
I Soci AMUSE sono invitati dal Servizio Giardini di Roma Capitale alla seconda parte dell’amena e interessante passeggiata storico-botanica nella villa di via Nomentana.

Mercoledì 10/06 alle 18:00: Concerto nel cortile degli Studi Rasinelli (1) (6).
Il concerto si svolge dopo la consegna dei premi dalla Associazione Internazionale di Via Margutta agli autori della Strenna dei Romanisti 2015, è organizzato con l’Accadema di Santa Cecilia dall’editore romanista Francesco Piccolo ed è a sorpresa, come un po’ tutto a via Margutta. Quello che invece è certo è che saremo in un posto magico in un momento magico: gli Studi Rasinelli al tramonto. Dal degrado caotico della metropoli entreremo in un delizioso cortile fiorito in cui il tempo sembra essersi fermato. Da lì parte un labirinto di sentieri con scale e ballatoi che si arrampicano sulle pendici del Pincio e su cui affacciano piccoli edifici e atelier in cui hanno lavorato decine di artisti fra cui Omiccioli e Severini. Qui sono state girate diverse scene di Vacanze romane con Audrey Hepburn e Gregory Peck.

Mercoledì 3/6 alle 11:00 saremo alla Biblioteca Angelica per la visita guidata: Dove sono i libri proibiti.
La Biblioteca Angelica, fondata nel 1604 dal vescovo agostiniano Angelo Rocca, fu la prima biblioteca europea aperta al pubblico. Il nucleo è costituito da 120.000 volumi relativi prevalentemente al pensiero agostiniano in cui sono presenti edizioni di testi proibiti, ancora oggi fondamentali per gli studi e le ricerche sul periodo della Riforma e della Controriforma. Dal 1873 La Biblioteca è di proprietà dello Stato Italiano e, dal 1940, è sede dell’Accademia Letteraria dell’Arcadia.
Appuntamento Piazza di Sant’Agostino 8. La visita è gratuita per i Soci AMUSE. PRENOTATI

Giovedì 21 maggio alle 11.00: Le delizie di Papa Barbo. Nei giardini di Palazzo Venezia (1) – PRENOTATI.
Alla scoperta di un’isola di verde in pieno centro intorno alla fontana della Serenissima che getta l’anello in mare in segno di dominio. In realtà, i giardini del Palazzo di Venezia sono due e avremo il privilegio di entrare uno splendido, e forse unico, giardino pensile della Roma storica voluto dal papa Paolo II come Viridarium Domini nostri, il luogo di delizie di Papa Barbo, come lo chiamarono tutti gli altri. Negli anni dieci del Novecento, per consentire la visuale all’erigendo monumento a Vittorio Emanuele II, l’intero Palazzetto è demolito ma il loggiato interno, accuratamente smontato, viene ricostruito nella posizione attuale.

Giovedì 14/05: Concerto di musica tradizionale giapponese offerto dall’Istituto Giapponese di Cultura. (5) (6).
Un concerto in cui la musica tradizionale giapponese si fonde con racconti folcloristici e proiezioni di dipinti a inchiostro nero in uno spettacolo di nuova concezione. Seguirà una breve presentazione degli strumenti tradizionali. Per maggiori info.

Sabato 16 maggio alle 10:30: Il sogno del Principe. Passeggiata storico-botanica a Villa Torlonia. 1a parte (1) (4).
I Soci AMUSE sono invitati dal Servizio Giardini di Roma Capitale a un’amena e interessante passeggiata storico-botanica nella villa di via Nomentana. Visto l’interesse e l’ampiezza della villa, la passeggiata è stata divisa in due parti.

Sabato 16 maggio dalle 20.00 alle 24.00: Notte dei Musei (5) (6)
Ingresso a € 1,00, salvo diversa indicazione. Informazioni 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 21.00.
Aperti i Musei Comunali, le Scuderie del Quirinale e Palazzo delle Esposizioni con le rispettive mostre. Aderiscono inoltre le Domus Romane di Palazzo Valentini, il Chiostro del Bramante, l’Accademia di Francia a Roma – Villa Medici e la Sapienza Università di Roma. Per maggiori info.

Sabato 9 maggio alle 10:30: Fuori Porta del Popolo. Due passi da piazzale Flaminio a Belle Arti (6).
Questa passeggiata Roma2pass è svolta nell’ambito della manifestazione Open House 2015.
Per la prenotazione consultare www.openhouseroma.org/2015/programma

Sabato 9 maggio alle 15:00: Nella vigna di Papa Giulio. Due passi dalle parti di Villa Giulia. (6).
Questa passeggiata Roma2pass è svolta nell’ambito della manifestazione Open House 2015.
Per la prenotazione consultare www.openhouseroma.org/2015/programma

Mercoledì 13/05: Due passi tra le rose. Visita guidata al Roseto Comunale di Roma (1) (4)
Il Roseto ospita circa 1.100 varietà di rose botaniche, antiche e moderne provenienti da tutto il mondo. Gli esemplari coltivati provengono un po’ da tutto il mondo: dall’Estremo Oriente sino al Sud Africa, dalla Vecchia Europa sino alla Nuova Zelanda, passando per le Americhe. Sono presenti specie primordiali, o “rose botaniche”, che risalgono a 40 milioni di anni fa, molto pregiate e poco conosciute, dimorate insieme alle “rose antiche”, tutte di grande originalità e bellezza. La storia del Roseto.

Giovedì 7 maggio alle 21.00: “Histoire du soldat – Storie dalla Grande Guerra” (1) (4) – PRENOTATI
L’Accademia Filarmonica Romana invita i Soci AMUSE e i loro amici al Teatro Olimpico allo spettacolo “Histoire du soldat – Storie dalla Grande Guerra” per ricordare l’epopea che iniziò il 24 maggio di cento anni fa, in quel 1915 che segnò l’inizio della guerra forse più logorante e terribile della nostra storia. Ascolteremo Corrado Augias che ci narrerà racconti, lettere, pagine d’autore sul tema di quella guerra e un qualificato ensemble di musicisti diretti da Marcello Panni che ci farà ascoltare musiche di Igor Stravinsky, prime fra tutte alcune pagine dalla celeberrima Histoire du Soldat. Il biglietto per noi e per i nostri amici costa € 5,00 e le prenotazioni vanno fatte con il nostro solito sistema. Per ogni ulteriore chiarimento contare Roberta Malentacchi, dell’Accademia Filarmonica Romana, tel 06 32.01.752, promozione@filarmonicaromana.org

 

Mercoledì 6 maggio alle 17:00: Nella vigna di Papa Giulio. Due passi dalle parti di Villa Giulia (1) (3).
Secondo appuntamento della nuova edizione delle passeggiate Roma2pass. Andremo alla scoperta di quella grande villa che, a metà Cinquecento, illuminò questa piccola valle e di cui ciò che rimane oggi è solo un pallido ricordo: Villa Giulia. L’itinerario si chiama così perché si svolge interamente nel territorio della villa.

Martedì 21 aprile alle 18:00: Le facciate parlanti. Conversazione sulle scritte sulle facciate dei palazzi del Municipio II (1)
Fabio Leone, autore dei libri della collana “Le facciate parlanti”, ci intratterrà sui motti incisi sulle facciate dei palazzi dei nostri quartieri, elementi di orgogliosa affermazione di capacità del costruttore e di ricchezza e livello sociale raggiunto dal proprietario. Un lavoro pluriennale iniziato da piazzale delle Belle Arti, dove campeggia un monito NIL DIFFICILE VOLENTI. Per l’incontro, saremo ospiti di AlbumArte – Spazio e Progetti per l’Arte Contemporanea, in una spazio espositivo da poco aperto dietro l’Accademia Filarmonica Romana.

Giovedì 16 aprile alle 17:00: “Dove correvano i cavalli”. Due passi al Villaggio Olimpico (1) (3).
Una passeggiata che inizia e finisce davanti all’Auditorium. Ci inoltreremo tra le case del Villaggio Olimpico per conoscere la storia del quartiere e dei suoi monumenti, apprezzare le sue forze e capire le sue debolezze. Parleremo del sogno del barone de Coubertin e del complesso rapporto tra la città di Roma e i moderni Giochi Olimpici, dell’archistar Luigi Nervi e degli altri architetti che hanno realizzato il Villaggio, del Palazzetto dello Sport e del viadotto di Corso Francia, del palazzo del Coni e dello Stadio Flaminio, senza dimenticare tutto quello che, un secolo fa, c’era in questi luoghi: il Campo Corse Parioli per il galoppo e l’Ippodromo di Villa Glori per il trotto.

Mercoledì 8 aprile alle 15:30: Fuori Porta del Popolo. Due passi da piazzale Flaminio a Belle Arti (1) (3).
Ricomincia per i nuovi Soci il ciclo delle passeggiate Roma2pass. Il primo appuntamento è a piazzale Flaminio dove racconteremo la storia millenaria di questi luoghi e percorreremo il primo tratto della via Flaminia. La passeggiata si chiama così perché questo è il nome con cui è stata identificata per secoli l’area che andiamo a visitare.

Sabato 11 aprile alle 10:30: passeggiata La canzone del cielo. Passeggiata storico-botanica al Pincio (1) (4).
in cui i Soci AMUSE sono invitati dal Servizio Giardini di Roma Capitale a una tranquilla rilassante passeggiata storico-botanica nel giardini del Pincio, il primo parco pubblico romano nato con l’occupazione napoleonica. Un parco pieno di fontane e monumenti e popolato da piante nostrane ed esotiche.

Sabato 28 marzo alle 11:00: La fortezzuola. Visita al Museo Canonica (1).
Grazie alla cortesia della sua direttrice, il Museo Pietro Canonica apre le porte ai Soci AMUSE. Il museo si trova nella Fortezzuola di Villa Borghese, vicino a Piazza di Siena. Vedremo l’atelier con numerose opere di Pietro Canonica: marmi, bronzi, e modelli originali. Ma il museo costituisce uno dei pochissimi esempi in Italia di casa d’artista conservata nella sua integrità e offre al visitatore, oltre al normale percorso espositivo, anche un percorso più “intimo” e privato che si snoda attraverso l’appartamento privato dello scultore. (www.museocanonica.it).

Giovedì 19 marzo alle 16:30 faremo una passeggiata intorno a Palazzo Borghese (1),
poi entreremo nello splendido cortile per vedere il giardino segreto del palazzo e visiteremo la Galleria del Cembalo, gli ambienti che contenevano la splendida collezione di opere del Cardinal Scipione, oggi a Villa Borghese. Nella Galleria vedremo la mostra Wilder Mann (Fotografie di Charkes Fréger). Il “cembalo Borghese”, è una delle quattro meraviglie di Roma, sede dell’Ambasciata di Spagna e del Circolo della Caccia.

Martedì 17 marzo alle ore 11:00. In visita alla Dante Alighieri. Alla scoperta di Palazzo Firenze (1).
La società Dante Alighieri invita i Soci AMUSE a visitare la propria sede, il Palazzo di Firenze a Campo Marzio. Nostra guida sarà la prof.ssa Caravale. Nell’ascoltare la storia del palazzo ritroveremo due pontefici che abbiamo conosciuto a Villa Giulia: papa Giulio III Del Monte e papa Pio IV Medici.

Martedì 10 marzo alle 10:00: Due passi al Foro Italico con Roma2pass. Il CONI invita i Soci AMUSE a una interessante passeggiata nei principali luoghi del Foro Italico. Sono opere assolutamente da vedere, frutto dell’ingegno italiano, che da anni noi stessi abbiamo coperto da una sorta di “damnatio memoriae” per via della loro nascita e impronta fascista: il Salone d’Onore del CONI, lo Stadio dei Marmi, la Fontana della Sfera, l’Obelisco, la Piscina Olimpica coperta, la Palestra del Duce e la Casa delle Armi.

Sabato 7 marzo alle 10:30: passeggiata Nel cuore di Villa Borghese (1) (4).
I Soci AMUSE sono invitati dal Servizio Giardini di Roma Capitale a una rilassante passeggiata storico-botanica nel Giardino del lago, nella parte di Villa Borghese sistemata nel Settecento dal principe Marcantonio IV.

Giovedì 26 febbraio, alle ore 20,30: ROMA in JAZZ “I favolosi anni cinquanta”: concerto all’Accademia Filarmonica Romana (5).
Il nostro Socio e amico Mario Cantini è in concerto all’Accademia Filarmonica Romana con la sua band NEW ROMAN JAZZ ORCHESTRA. Il prestigioso spazio in via Flaminia 118 dedicato alla musica classica, infatti, apre le porte al Jazz e ospiterà una serata dedicata ai primi musicisti di jazz romani del dopoguerra. La serata sarà presentata dal giornalista Adriano Mazzoletti e, dopo il concerto, sarà proiettato il cortometraggio ” I blues della domenica” che il regista Valerio Zurlini realizzò nel 1951 nelle principali sale allora in voga a Roma.

Mercoledì 25 febbraio alle 16:30: La Galleria del Cembalo. Visita a Palazzo Borghese. (1)
Una visita guidata agli ambienti che contenevano la splendida collezione di opere del Cardinal Scipione, successivamente trasferita a Villa Borghese. Nella Galleria vedremo la mostra Wilder Mann (Fotografie di Charkes Fréger). Il “cembalo Borghese”, è una delle quattro meraviglie di Roma insieme al “dado Farnese” (palazzo Farnese), la “scala Caetani” (a Palazzo Ruspoli) e il “portone Carboniani” (a Palazzo Sciarra-Colonna). Il palazzo è sede dell’Ambasciata di Spagna e del Circolo della Caccia e qui è l’appartamento di 950 mq appartenuto a Vittorio Cecchi Gori e venduto all’asta dopo il fallimento della Fiorentina. Interessante il giardino segreto del palazzo, con fontane e statue.

Martedì 17 febbraio alle 10:20: Il palazzo della Farnesina e la Collezione di arte contemporanea (1) (2).
Visita al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale che deve il suo nome di Farnesina agli antichi e preesistenti possedimenti della famiglia Farnese nell’area che lo ospita. L’edificio fu progettato dagli architetti Enrico Del Debbio, Arnaldo Foschini e Vittorio Ballio Morpurgo come Palazzo del Littorio, cioè come sede di rappresentanza del Partito Nazionale Fascista.

Sabato 14 febbraio alle 10:00: San Roberto Bellarmino. La contessa, l’architetto e il pittore (1).
La “Associazione Culturale Romana” invita i Soci AMUSE ad una visita nella chiesa di San Roberto Bellarmino. La nostra guida è la dott.ssa Lucilla Ricasoli che, prendendo spunto dalla chiesa costruita tra il 1932 ed il 1933 su progetto di Clemente Busiri Vici, ci parlerà sulla committenza del papa Pio XI e il vaglio degli artisti nella Roma degli anni trenta.

Sabato 7 febbraio alle 10:30: passeggiata Il sogno del cardinale (1) (4).
in cui i Soci AMUSE sono invitati dal Servizio Giardini di Roma Capitae a una amena passeggiata storico-botanica intorno il Casino Nobile, oggi conosciuto come la Galleria Borghese. Nell’itinerario vediamo i Giardini Segreti (il primo a destra della Galleria, il secondo con il Casino dell’Uccelliera e il terzo con il Casino della Meridiana), il Parco dei Daini e la Valle del Graziano detta anche per i suoi platani secolari Valle dei Platani.

Giovedì 5 febbraio dalle 10:10 alle 13:00: Alla scoperta di Villa Borghese con i ragazzi della Scuola Media Vittorio Alfieri.
Giovedì mattina saremo tutti al parco, per una passeggiata del progetto “Roma2pass a scuola” in cui illustreremo ai ragazzi quello che vedono, gli racconteremo quello che c’era e spiegheremo loro perché quello che vedono sta lì. Chiunque voglia trascorrere tre ore con noi, magari per “rubarci” il mestiere e applicarlo con altri ragazzi in altre scuole, è il benvenuto. Basta solo che si prenoti, in modo che gli faremo trovare la cuffietta di cui tutti i ragazzi saranno dotati.

Sabato 24 gennaio, ore 9:45: Due ancore a lungotevere. Visita al Palazzo della Marina Militare Italiana.
I Soci AMUSE sono invitati a visitare Palazzo Marina sede dello Stato Maggiore e dei principali uffici centrali della Marina Militare Italiana. La visita, oltre a farci vedere i prestigiosi ambienti del palazzo costruito ad inizio Novecento dall’arch. Giulio Magni, sarà una carrellata nella storia della Marina Militare italiana e dei suoi personaggi, dalla Terza Guerra d’Indipendenza ad oggi. (notizia AMUSE)

Venerdì 16 gennaio, ore 10:15: A casa di Antonio Bosio. Visita a Villa Lusa.
Grazie alla cortesia di S.E. l’Ambasciatore del Portogallo presso la Santa Sede, Antonio de Almeida Ribeiro, i Soci AMUSE sono invitati a visitare la sua residenza: Villa Lusa, un’antica villa che nel Seicento fu l’abitazione di Antonio Bosio, definito da Giovanni Battista de Rossi, il «Cristoforo Colombo della Roma sotterranea». (notizia AMUSE)

ANNO 2014

Martedì 16 dicembre, alle ore 15:30, Due passi a Villa Glori.
Passeggiata storico botanica e artistica per la villa. Sentiremo la storia del parco Villa Glori, sapremo finalmente perché si chiama così, ascolteremo il racconto degli episodi storici che qui sono avvenuti nell’Ottocento, vedremo il Parco di Scultura realizzato qualche decennio fa e incontreremo gli ospiti della Casa Famiglia Caritas di Villa Glori che ci racconteranno la storia recente del complesso legato nel passato alla sanità pubblica e oggi alla assistenza a chi ne ha bisogno. La passeggiata terminerà nella sala del Casino Glori (oggi detto Casale Cairoli) dove potremo scambiarci gli auguri di Natale e brindare al nuovo anno.

Giovedì 4 dicembre, alle ore 15:30, Due passi al Nomentano. Da piazza Bologna a piazza delle Provincie. (2)
Questa è la seconda delle due passeggiate urbane alla scoperta del quartiere Nomentano. Nostra guida è sempre la socia Eva Masini, autrice del libro “Piazza Bologna. Alle origini di un quartiere borghese” che ci racconta la storia di questo quartiere che il fascismo ha voluto creare tra la prestigiose ville sulla via Nomentana (Villa Torlonia, villa Massimo, Villa Mirafiori, ecc.), la nuove realizzazioni del regime (la Città Universitaria e il Policlinico) e i quartieri popolari di Roma Est (San Lorenzo, Tiburtino, Pietralata). Vedremo il palazzo delle Poste di Ridolfi, sentiremo la storia del quartiere, ci inoltreremo alla scoperta del complesso ICP Tiburtino II un piccolo quartiere analogo, per qualità architettonica, alla Garbatella e a Monte Sacro.

Mercoledì 3 dicembre, alle ore 21.00, al Teatro Olimpico, Mediterraneo.
In prima rappresentazione italiana. Il ritmo impetuoso della pizzica e della tarantella del sud Italia, l’armonia intrigante della danza popolare greca, il fascino elegante della Jota aragonese: vi travolgeranno e vi sedurranno. Miguel Angel Berna e la sua compagnia di ballerini e musicisti partiranno per un viaggio appassionato tra i balli e le voci che abbracciano il Mare Nostrum e il teatro diventerà un’immensa conchiglia. L’Accademia Filarmonica Romana, organizzatrice dello spettacolo, riserva per i Soci AMUSE (e ospiti) un biglietto cortesia (ad 1 euro).

Sabato 29 novembre alle 10:30 nel corso dell’OPEN DAY della Scuola San Pio X, i bambini della quinta classe elementare ci hanno portato in un’insolita Passeggiata “Alla scoperta di quattro fontane del Municipio”: la Fontana dell’Alca Impenne in Via Ulisse Aldrovandi, il Serbatoio dell’Acqua Marcia al Parco dei Daini, la Fontana dell’Acqua Acetosa e la Fontana di Via Svezia al Villaggio Olimpico.

Sabato 22 novembre, alle ore 15.00, Monumenti al Verano. Un museo all’aperto
La storia dell’arte italiana tra Ottocento e Novecento si rispecchia nei monumenti del Cimitero Monumentale del Verano, in continuo dialogo con i valori artistici e spirituali della Basilica di San Lorenzo fuori le Mura. Il percorso di visita prende l’avvio dalla struttura architettonica del nucleo storico del Cimitero Monumentale: l’Atrio imponente che accoglie il sarcofago di Virginio Vespignani, architetto del progetto originario; il Quadriportico, il cui colonnato inquadra le monumentali tombe a parete delle sepolture più antiche e culmina nella piccola chiesa di Santa Maria della Misericordia; il Pincetto Vecchio, la terrazza-giardino sulle alte mura di contenimento dietro la basilica di San Lorenzo.

Venerdì 14 novembre, alle ore 15:00: Visita guidata al Mausoleo di Augusto.
Visita organizzata dalla Sovrintendenza Capitolina per celebrare il Bimillenario della morte di Augusto, avvenuta nel 14 d.C.. L’imperatore Augusto, dopo aver visitato la tomba di Alessandro Magno ad Alessandria, decide di costruire una grandiosa tomba per sé e la sua famiglia in Campo Marzio. Nasce così il Mausoleo di Augusto, il più grande sepolcro a pianta circolare conosciuto, sulla cui sommità era collocata la statua di bronzo di Augusto. All’entrata del mausoleo erano i due obelischi che oggi si trovano in Piazza del Quirinale ed in Piazza dell’Esquilino. Al centro del complesso una stanzetta quadrata dove era la tomba di Augusto. Dopo essere stato abbandonato e saccheggiato in epoca medievale, il mausoleo fu usato come fortezza dalla famiglia Colonna, come giardino, come anfiteatro nel XVIII secolo ed, infine, come teatro e sala da concerto agli inizi del 900 (Teatro Corea). Negli anni trenta, con la demolizione delle case circostanti e la realizzazione di Piazza Augusto Imperatore, il mausoleo fu liberato e restaurato.

Giovedì 6 novembre, alle ore 10:00, Trekking ai Parioli. Monte Antenne
Una rilassante passeggiata sul Monte Antenne alla scoperta dell’antica città preromana e del forte ottocentesco. Appuntamento all’ingresso di Villa Ada, in via del Ponte Salario, da dove imboccheremo un sentiero per salire sul monte. Chi non se la sente di affrontare la salita, potrà incontrarci mezz’ora dopo davanti all’ingresso del forte Antenne, da dove, proseguiremo insieme verso il bosco della Regina Elena sotto degli splendidi cedri dell’Himalaya. Durante la passeggiata percorriamo anche sentieri in terra battuta con alcuni tratti in pendenza, è quindi necessario indossare un abbigliamento comodo e scarpe chiuse con suole in gomma (vanno bene le classiche scarpe da ginnastica).

Giovedì 30 ottobre 2014, alle ore 17:00: Visita guidata alla Porta Tiburtina
Visita organizzata dalla Sovrintendenza Capitolina alla Porta Tiburtina, un arco monumentale, costruito in età augustea (5 a.C.) per permettere il passaggio al di sopra della via Tiburtina di ben tre acquedotti L’Aqua Marcia, l’Aqua Iulia e l’Aqua Tepula. Soltanto in seguito, quando Aureliano costruisce le sue mura, l’arco diventa la parte interna della “porta Tiburtina”. La porta presenta ancora oggi l’antica architettura romana e quella successiva medioevale, con i merli, le torri e i resti della camera di manovra. L’attico è attraversato dagli acquedotti e presenta tre iscrizioni: di Augusto del 5 a.C., di Caracalla del 212 d.C.e di Tito del 79 d.C.

Mercoledì 22 ottobre, alle ore 16:00, La villa reale (due passi a Villa Ada). Passeggiata nel cuore di Villa Ada alla scoperta della sua storia e dei suoi edifici: la Palazzina Reale, il Casino Pallavicini, il Tempio di Flora, la Casa delle Cavalli Madri, le scuderie. Nel bosco troveremo le tracce dell’antico giardino ottocentesco, con fontane, ponticelli, laghetti oggi difficilmente visibili nella vegetazione. Una sosta sarà poi fatta al bunker di Villa Ada dove la famiglia reale si rifugiava nel 1944, quando la parte orientale di Roma era sotto la mira dei bombardieri americani. Durante la passeggiata percorriamo anche sentieri in terra battuta con alcuni tratti in pendenza, quindi è necessario indossare un abbigliamento comodo e scarpe chiuse con suole in gomma (vanno bene le classiche scarpe da ginnastica).

Mercoledì 15 ottobre, alle ore 17:00, Visita a Villa Monticello. Grazie alla cortesia dell’Ambasciatore, visitiamo il grande edificio in mezzo ad un parco su via Barnaba Oriani, tra largo Elvezia e via Paolo Frisi. Un antico casale rustico sul colle Monticello, oggi trasformato in una elegante villa di proprietà dello Stato Svizzero, sede dell’Ambasciata della Repubblica Svizzera in Italia e residenza dell’Ambasciatore stesso.

Mercoledì 24 settembre, alle ore 18:00, Due passi al Nomentano. Da via Bari a viale XXI Aprile (2). Questa è la prima delle due passeggiate urbane Roma2pass alla scoperta del quartiere Nomentano. E’ nostra guida la socia Eva Masini, autrice del libro “Piazza Bologna. Alle origini di un quartiere borghese” che ci racconta la storia di questo quartiere che il fascismo ha voluto creare tra la prestigiose ville sulla via Nomentana (a partire da Villa Torlonia e villa Massimo), la nuove realizzazioni del regime (la Città Universitaria e il Policlinico) e i quartieri popolari di Roma Est (San Lorenzo, Tiburtino, Pietralata). Appuntamento in via Bari 20, davanti all’imponente palazzo del Dopolavoro ferroviario, da cui partiamo per percorrere via di Villa Massimo fino a viale XXI Aprile, davanti al Palazzi Federici e alla Caserma della Guardia di Finanza.

Giovedì 11 settembre alle 16:30: Lungo Il fiume, da ponte Risorgimento a ponte Margherita. Passeggiata urbana su lungotevere Arnaldo da Brescia e dintorni, da Ponte Matteotti a Ponte Margherita. Nel percorso, grazie alla cortesia della Soprintendenza entreremo a Villa Helene per una visita guidata al Museo Andersen e grazie alla cortesia della Cassa dei Geometri visiteremo i più significativi ambienti di Palazzo Corrodi, il palazzo dove abitò Trilussa e da dove fu diffuso nel 1924 il primo programma radiofonico italiano. Appuntamento all’angolo tra lungotevere Arnaldo da Brescia e Ponte Matteotti. La passeggiata termina alla fine di lungotevere Arnaldo da Brescia, all’altezza di Ponte Margherita.

Giovedì 19 giugno alle 18:00: Lungo il vicolo dell’Arco Oscuro. Passeggiata urbana in viale Bruno Buozzi e via dei Monti Parioli, con alcune puntate nelle strade limitrofe, alla scoperta di quello che forse è il posto più esclusivo di Roma. Appuntamento in viale Bruno Buozzi 113, davanti all’Accademia Austriaca. La passeggiata è circolare e termina nello stesso posto in cui è iniziata.

Giovedì 12 giugno alle 18:00: Visita al Roseto comunale. Passeggiata all’Aventino con un esperto giardiniere tra più di mille tipologie di rose provenienti da tutto il mondo: fra le più curiose, la Rosa Chinensis Virdiflora, dai petali di color verde, la Rosa Chinensis Mutabilis, che cambia colore con il passare dei giorni e la Rosa Foetida, una rosa maleodorante.

Giovedì 5 giugno alle 18:00: I villini del Monticello. Passeggiata urbana su via Barnaba Oriani, via Paolo Frisi, via Francesco Denza, continuando il percorso dell’antica “strada del sale” verso Antemnae, tra ville e villini di inizio Novecento. Appuntamento all’angolo tra via Antonio Bertoloni e via Francesco Denza. La passeggiata è circolare e termina nello stesso posto in cui è iniziata.

Giovedì 15 maggio alle 18:00: Lungo la Salaria Vetus. Passeggiata urbana su via Antonio Bertoloni e dintorni, lungo il percorso dell’antica “strada del sale” tra antichi casali, spesso trasformati in ville, e villini di inizio Novecento. Sentiremo la storia dei luoghi e di alcuni personaggi che lì hanno vissuto.

Venerdì 9 maggio alle 15:00: Visita a Villa Lubin.Visita alla villa sede del CNEL a Villa Borghese e breve passeggiata nel giardino intorno, dove erano gli Orti Giustiniani.

Mercoledì 16 aprile alle 10:15. Visita allo stabilimento Wurth. Trasferimento in auto privata.

Mercoledì 9 aprile 2014. Nella vigna di Papa Giulio 2a parte. Passeggiata urbana da Villa Giulia a piazzale delle Belle Arti.

Venerdì 4 Aprile alle 15:30: I ciliegi in fiore. Passeggiata nel giardino dell’Istituto di Cultura Giapponese a Villa Giulia.

Sabato 29 Marzo alle 10:00: Due passi a Villa Celimontana. Passeggiata storico-botanica. Appuntamento all’ingresso della villa, in via della Navicella 12.

Venerdì 7 marzo alle 18:30: Andiamo ad incontrare Franz Schubert. Presentazione-concerto dell’Accademia Filarmonica Romana. Via Flaminia 118.

Mercoledì 5 marzo alle 15:00: Nella vigna di papa Giulio. Passeggiata urbana intorno a Villa Giulia.

Sabato 1 marzo alle 15:00: Nella vigna di papa Giulio. Passeggiata urbana intorno a Villa Giulia.

Sabato 22 febbraio alle 10:00: La canzone del cielo. Passeggiata storico-botanica nei giardini del Pincio.

Sabato 2 febbraio alle 15:00: Fuori Porta del Popolo. Passeggiata urbana da piazzale Flaminio a Belle Arti.

Mercoledì 5 febbraio alle 15:00: Fuori Porta del Popolo. Passeggiata urbana da piazzale Flaminio a Belle Arti.

Sabato 25 gennaio alle 10:00: Il sogno del cardinal Borghese. Passeggiata storico-botanica nei Giardini Segreti di Villa Borghese.

Mercoledì 15 gennaio 2014. Wunderkammer. Camera delle meraviglie contemporanea. Visita guidata presso l’Accademia Belgica.

Anno 2013

Mercoledì 11 dicembre 2013. Il codice botanico di Augusto. Presso il Circolo della Pipa la professoressa Giulia Caneva (Roma 3) terrà per noi una interessante conferenza in cui ci racconterà come Augusto nelle decorazioni dell’Ara Pacis parla al popolo attraverso le immagini della natura, unico linguaggio allora comprensibile da parte di tutti. Con l’occasione vedremo la quattrocentesca Casina del Curato che ci ospita (audio).

Mercoledì 30 novembre Visita al Semenzaio di San Sisto

Mercoledì 20 novembre alle ore 11:00: Ukiyo-e. La tradizione xilografica giapponese. Visita guidata presso l’Istituto Giapponese di Cultura

3 novembre Lungo la Salaria vetus

30 ottobre Appuntamento con Giacomo Balla

23 ottobre Appuntamento con Giacomo Balla

3 ottobre VSF

2 ottobre Due passi a Villa Torlonia 2a parte

25 settembre I villini del Monticello. Via Barnaba Oriani

18 settembre Due passi a Villa Torlonia 1a parte

26 giugno I villini del Monticello

19 giugno Villa Borghese 3

12 giugno Villa Borghese 2

5 giugno Villa Borghese 2

29 maggio Lungo la Salaria Vetus

15 maggio Lungo la via Flaminia

29 aprile Visita a Palazzo Borromeo

17 aprile Fuori Porta del Popolo

5 aprile Nella vigna di papa Giulio

2 marzo Nella vigna di papa Giulio

23 febbraio Fuori Porta del Popolo

Anno 2012

3 dicembre Fuori Porta del Popolo (la protopasseggiata Roma2pass)

 

I commenti sono chiusi