LA CITTA’ UNIVERSITARIA

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 17/05/2017
5:00 pm - 6:30 pm

Luogo
all'interno della Città Universitaria, davanti alla fontana del piazzale della Minerva

Categorie


In giro per La Sapienza

Il prof. Giorgio Ciucci, che ringraziamo, ci accompagna in una passeggiata alla scoperta della sede della prima università romana e ci permette di guardare con occhi nuovi un luogo vissuto da molti di noi con impegno negli studi e apertura ai rapporti con la società.

Secondo le indicazioni della Variante di PR del 1925/26 alla Città Universitaria (precisa Piero Ostilio Rossi nel suo libro “Roma, guida all’architettura moderna 1909-1984”, da cui traiamo alcune informazioni) viene destinata un’area di 22 ha nella zona orientale della città, tra Castro Pretorio e la via Tiburtina. La sua collocazione doveva anche servire a chiudere verso la città il quartiere San Lorenzo, anarchico e antifascista, già bloccato dal Cimitero del Verano ad Est e dal fascio ferroviario a Sud-Ovest e Sud. Questo quartiere infatti è l’unico che si era opposto alla marcia su Roma del 1922 e deve essere punito.
Oggi il Quartiere San Lorenzo trae dalla vicinanza dell’Università la sua vita culturale, sociale ed economica.
Nel 1932 Marcello Piacentini ottiene l’incarico di redigere il Piano Generale del nuovo Ateneo e di dirigerne i lavori e chiama intorno a se sia una serie di giovani architetti “razionalisti” (Giuseppe Pagano, Giovanni Michelucci, Gio Ponti, Giuseppe Capponi, Piero Aschieri), sia alcuni “accademici” (Gaetano Rapisardi, Arnaldo Foschini) con l’obiettivo di impostare un lavoro di gruppo da cui far scaturire, grazie alla sua forte capacità di mediatore, risultati significativi.
Lo schema planimetrico prevede un impianto “basilicale”, con un percorso principale in asse con una grande piazza che ripropone, nelle dimensioni, le proporzioni del Circo Agonale di piazza Navona e, nella forma, lo spazio classico del Foro. La distribuzione degli edifici è rigorosamente, simmetrica, mentre più libera è l’articolazione dei volumi. I singoli progetti subiscono modifiche significative in fase di realizzazione, nel tentativo di uniformare al massimo gli edifici tra di loro ed eliminare gli elementi più dichiaratamente monumentali.
L’ingresso principale è marcato dai propilei di Arnaldo Foschini, cui si devono anche l’Istituto di Igiene e la Clinica Ortopedica che segnano l’inizio del percorso assiale. Seguono l’Istituto di Fisica di Pagano e quello di Chimica di Pietro Aschieri, che definiscono anche il lato occidentale della grande piazza su cui si affacciano l’Istituto di Mineralogia di Michelucci, la Facoltà di Giurisprudenza di Rapisardi, il Rettorato dello stesso Piacentini, la Facoltà di Lettere di Rapisardi e la Scuola di Matematica di Giò Ponti.
Alle spalle del rettorato si trovano gli Istituti di Fisiologia di Michelucci e di Botanica di Giuseppe Capponi. I Servizi generali sono contenuti in edifici più decentrati progettati, rispettivamente, da Gaetano Minnucci (Dopolavoro Ferroviario) ed Eugenio Montuori (sede della Milizia Universitaria), Giorgio Calza Bini, Fariello e Muratori (Casa dello studente ). Nel corso degli anni alcuni edifici hanno subito parziali modifiche, mentre l’intero complesso è stato integrato con nuove costruzioni, tra cui, in particolare: l’Istituto di Farmacologia di Claudio Dall’Olio e Alfredo Lambertucci e la sede dell’Opera Universitaria di Enrico Mandolesi.

La visita dura circa novanta minuti.

Hashtag dell’evento: #lacittauniversitaria (Cosa serve l’hashtag dell’evento).

Evento gratuito.

Evento riservato a coloro che si iscrivono ad AMUSE e ai Soci. Se non sei ancora Socio, dopo aver prenotato iscriviti ad AMUSE compilando il modulo online www.associazioneamuse.it/?page_id=298. Prima dell’evento completerai la tua iscrizione pagando la quota annuale di iscrizione (€ 15,00).

Prenotazione obbligatoria, anche per poter essere avvertiti di ogni eventuale variazione sul programma. Per prenotare è necessario fare il Login, quindi:

  1. Se non hai le credenziali di accesso a questo sito, registrati cliccando qui, scegliendo un tuo Nome-utente e una tua Password (è facile e non comporta nessun onere). Terminata la registrazione, comparirà la pagina del Log-in dove ti devi presentare immettendo il Nome-utente (o User-id o UserName) e la Password che hai deciso in fase di registrazione. Fatto il Log-in, comparirà l’home page del sito con il tuo Nome-utente in alto a destra dello schermo (in caratteri bianchi sulla striscia scura). Torna alla pagina dell’evento (quella in cui sei ora) e segui le indicazioni al punto 4.
  2. Se invece sei già registrato a questa sito e hai Nome-utente e Password, fai Login. Fatto il Login, ti comparirà l’home page del sito con il tuo Nome-utente in alto a destra dello schermo (in caratteri bianchi sulla striscia scura). Torna alla pagina dell’evento (quella in cui sei ora) e segui le indicazioni al punto 4.
  3. Se hai già fatto Log-in e quindi il tuo User-id già compare in alto a destra dello schermo, vai al punto successivo.
  4. Indica nella sottostante sezione Bookings” il numero di persone per cui vuoi prenotare (fino a 4, te compreso) e clicca sul pulsante “Invia la tua prenotazione”.

Per qualunque problema scrivi a roma2pass@gmail.com o chiama 3204599586.

Successivamente, se non potessi venire (tu o una delle persone per cui tu hai prenotato) annulla la tua prenotazione (tornando alla pagina dell’evento e spingendo il pulsante “Gestisci le tue prenotazioni”) o avverti subito lo staff Roma2pass con una mail a roma2pass@gmail.com.

La comunicazione di eventuale cancellazione dell’evento per motivi di forza maggiore sarà inviata per mail, con il maggior preavviso possibile, a coloro che hanno prenotato.

Bookings

Le prenotazioni online sono chiuse per questo evento.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *