Tranvia Roma-Civita Castellana

La tranvia Roma-Civita Castellana era una linea, che partiva da piazza della Libertà, dall’altra parte di Ponte Margherita, percorreva il lungotevere per poi voltare a destra su viale delle Milizie e prendere viale Angelico fino a Ponte Milvio da dove raggiungeva la Flaminia ai Due Ponti e da li seguiva il tracciato della via. Da questa tranvia nasce la Ferrovia Roma Viterbo.

Quartiere Prati, quartiere delle Vittorie, MAPPA della Zona Flaminio 1 (da Porta del Popolo a Belle Arti)

La linea Roma-Civita Castellana era una linea a scartamento ridotto, istituita intorno al 1900 e servita da tram con motore a vapore.

Il fumo della locomotiva solleva le vibrate proteste degli abitanti delle abitazioni su Lungotevere Michelangelo, che il tram percorre prima di voltare su viale delle Milizie e molti di loro decidono proprio per questo motivo di cambiare casa. Tra di essi la famiglia Falcone Lucifero che si trasferisce nel villino dall’altra parte del Tevere. In compenso, combattono per il suo mantenimento i commercianti della zona di ponte Milvio, guidati dagli osti delle numerose locande della zona, frequentatissima dai romani che andavano regolarmente da quelle parti a prendere il fresco. Solo la sostituzione dei tram con i tram elettrici risolve la questione.

Nel giardinetto di piazza della Libertà, c’è ancora un rudere della vecchia stazione abbandonata della tranvia Roma-Civita Castellana. Lì la società Sportiva Lazio ha messo una lapide per ricordare la nascita della Società che in realtà avvenne nel … ma non qui ma su un galleggiante qui sotto, sulla riva del fiume.

Quando la tranvia cessò di funzionare negli anni Trenta,si opposero fortemente e ottennero l’istituzione di un tram su viale Angelico. La querelle si risolse con l’avvento dei mezzi elettrici.

Per approfondire: http://www.laziowiki.org/wiki/Piazza_della_Libert%C3%A0

Torna alla pagina Ferrovia Roma Viterbo

I commenti sono chiusi