Lapide in memoria del Battaglione Romano

In mezzo a quella striscia tra via Flaminia e viale Tiziano, adiacente a viale Belle Arti, tra panchine e palme, c’è una colonna in memoria dei caduti nella battaglia contro i Francesi. Lì, in particolare persero la vita, i ragazzi del Battaglione Romano.

 

MAPPA della Zona Flaminio 2 (da Belle Arti a via Guido Reni)  

Nel 1849 i Francesi infatti, tornati, nel 1849, alla difesa di papa Pio IX , contro la Repubblica Romanache venivano da Civitavecchia, visto la resistenza disperata trovata sull’Aurelia al gianicolo, aggirarono la città e riuscirono a superare ponte Milvio e ad avanzare verso Porta del Popolo sulle colline dei Parioli.

Anche qui la difesa da parte dei patrioti della repubblica romana fu disperata e sconfitta solo dalla schiacciante superiorità francese in numero di soldati e qualità dell’armamento. Molti casali allora esistenti da queste parti furono utilizzati per la difesa ad oltranza e danneggiati dai cannoneggiamenti francesi.

Quattro sono le iscrizioni sulla base del monumento, una per faccia.

  1. DOPO CORNUDA TREVISO VICENZA / PALESTRINA VELLETRI / ALTRI SERTI DI GLORIA RACCOGLIEVANO / NEL GIUGNO DEL 1849 IN QUESTO SETTORE DELLA DIFESA ROMANA / GLI STUDENTI DEL BATTAGLIONE UNIVERSITARIO / ALFIERE FILIPPO ZAMBONI TRIESTINO / FRA GLI ALTRI CADEVANO NON ANCORA VENTENNI / I FRATELLI/ FRANCESCO E ALESSANDRO ARCHIBUGI / STUDENTI DELL’ATENEO ROMANO.

fra gli altri,i ragazzi Francesco e Alessandro Archibugi, anconetani erano ragazzi, volontari nel Battaglione Universitario Romano.

Ai Fratelli Archibugi è intitolata la strada vicina tra viale Tiziano e via Flaminia, prima del grande palazzo dell’ICP Flaminio I.

I commenti sono chiusi