Monumento all’Alpino

Davanti alla Fortezzuola di Villa Borghese, sede del Museo Pietro Canonica in largo Aqua Felix c’è il monumento all’Alpino. E’ raffigurato un alpino e un mulo.

MAPPA della Zona Pinciano 2 (Villa Borghese e il Pincio)  

Passeggiando per Villa Borghese, all’altezza di piazza di Siena, si nota un singolare monumentino in bronzo, dedicato all’Umile Eroe: raffigura Scudela, il mulo degli alpini decorato con medaglia d’oro al Valor Militare alla fine della Grande Guerra.

La statua del mulo è stata donata nel 1940 dal suo autore, lo scultore Pietro Canonica, e posto di fronte alla Fortezzuola, dove l’artista aveva il suo studio.

Scudela era il più resistente e coraggioso dei muli di una batteria di montagna che combatteva sulle Alpi nel 1915-18 e ogni giorno, per anni, ha portato sulla groppa il suo cannoncino per gli aspri sentieri di montagna, sotto la neve e sotto il fuoco nemico, fedele compagno del suo alpino da cui era inseparabile e di cui sapeva comprendere al volo ogni gesto e ogni parola.

Una mattina, durante un durissimo scontro, la batteria è costretta alla ritirata e Scudela e la sua guida sono dati per dispersi. Al calar della notte il mulo raggiunge i resti del reparto, ma è solo, senza il suo compagno di cui resta solo il cappello con la penna nera.

Dal 1957, però, Scudela non è più solo: alla sua statua è stata accostata quella dell’alpino in vedetta, del medesimo scultore. Sul basamento il grido con cui gli alpini della brigata Aosta andavano all’assalto: CA CUSTA LON CA LA CUSTA, VIVA L’AUSTA (costi quello che costi, viva l’Aosta).

Ogni anno gli alpini della Sezione di Roma si ritrovano difronte al monumento, a metà del mese di Ottobre, per ricordare l’anno di fondazione delle Truppe Alpine; in quella occasione depongono una corona difronte al monumento e si tiene una messa all’aperto con la partecipazione del Coro e della Fanfara della Sezione.

Questa pagina è tratta dal sito dell’Associazione Nazionale Alpini

Nei dintorni: Globe Theatre, Giardino del Lago, Valle del Graziano, Tempio di Antonino e Faustina,

I commenti sono chiusi