Società del Gas

Il palazzo di via Flaminia 133 135 è nel luogo dove sorgeva l’edificio degli uffici dell’impianto per la produzione di gas per illuminazione della Società del Gas.

Dal 1872, la Società Anglo Romana per l’illuminazione a gas, detta Società del Gas, ha sede operativa è nell’area dell’ex Villa Cini, tra via Flaminia e il Tevere (dove ora corre lungotevere delle Navi), tra l’area in cui sorgerà il Ministero della Marina e il fosso che correva a fianco del vicolo dell’Arco Oscuro. In questa area sorgerà il primo Gazometro.

La Società Anglo Romana nasce nella Roma pontificia come società in accomandita con capitale di 230.000 scudi, su iniziativa di alcuni imprenditori inglesi e italiani per fornire l’illuminazione a gas nella strade della città. L’illuminazione pubblica a gas è introdotta durante il papato di papa Pio IX (1846-1878), nell’ambito delle riforme che caratterizzarono la fase iniziale del suo pontificato. Il  primo stabilimento di produzione, l’Officina in via dei Cerchi, inizia la sua attività nel 1854 producendo 60.000 mc. di gas al giorno.

La Società Anglo Romana è  uno dei nuclei industriali più antichi d’Italia, quale società in accomandita con capitale di 230.000 scudi, rappresentata dal J. Shepherd e gestita dal Carlo Pouchain. La sede legale della Società è in via del Tritone all’angolo con via Poli, in un palazzo neo rinascimentale del 1891 di Filippo Galassi. A partire dal 1890 circa, il gas estende il suo impiego agli apparecchi domestici, primo fra tutti i fornelli per la cottura dei cibi.  a A partire dal 1930 sono introdotte le prime caldaie a gas per la produzione di acqua calda, per usi igienici e per il riscaldamento.

Con lo sfruttamento del corso dell’Aniene la società si occupa anche della produzione e gestione dell’energia elettrica. Nel 1910 la Società realizza i nuovo impianti di produzione del gas a San Paolo. Inutili si rivelano i tentativi dell’amministrazione Nathan di scalfire il monopolio dell’Anglo-Romana attraverso la creazione dell’Azienda Elettrica Municipale.

Successivamente l’azienda si scinderà per creare due società, la prima di produzione e distribuzione dell’energia elettrica e parte, la seconda del gas.

Per approfondire: http://paduaresearch.cab.unipd.it/6457/1/Andrea_Tappi_tesi.pdf,   https://romatevere.hypotheses.org/555,

Torna alla pagina palazzo di via Flaminia 133 135.

I commenti sono chiusi