Piazza Verdi

Piazza Giuseppe Verdi è il fulcro del cosiddetto quartiere dei Musicisti, nel Quartiere Pinciano, tra viale Liegi e via Paisiello.

MAPPA della Zona Pinciano 3 (quartiere dei Musicisti

Sulla piazza convergono numerose strade: via Guido D’Arezzo, via Giovanni Battista Martini, via Claudio Monteverdi, via Gaetano Donizetti e via Alessandro Scarlatti.
Piazza Giuseppe Verdi è dominata dal grande edifico dell’ex Poligrafico dello Stato.

Le origini del nome risalgono al 1911, quando il Consiglio Comunale è chiamato a deliberare sui nomi delle strade del nuovo Quartiere Pinciano a sinistra di via Salaria. Già negli anni precedenti era emersa una mozione  per la dedica di strade di Roma a Giuseppe Verdi e ad altri musicisti italiani di primo piano e in quell’anno si decide di dedicare queste strade del nuovo quartiere proprio ai musicisti italiani e la piazza principalea Giuseppe Verdi, considerato anche un simbolo di patriottismo. Per stabilire i nomi delle altre strade, invece, la Commissione toponomastica si affida a una relazione del Professor Ovidi riguardo i musicisti Italiani.

La piazza, di vaste dimensioni, acquisisce presto un ruolo centrale nel quartiere e vi sono costruiti edifici di notevole importanza. Il primo, più importante e più vasto per dimensioni che tuttoggi domina la piazza è il Poligrafico dello Stato. Tra il 1921 ed il 1922 Marcello Piacentini, insieme a Giuseppe Cecconi, realizza quattro palazzine a uso residenziale per la Cooperativa Edilizia Corte dei Conti e, nel 1928, Enrico Bacchetti costruisce sulla piazza la Casa dell’Automobile. Durante la Seconda Guerra Mondiale, nella piazza è realizzato un rifugio sotterraneo antiaereo, come si apprende dalla S dipinta su un muro ancora oggi visibile. Tra il 1963 e il 1966, all’angolo con via Giovanni Battista Martini, Attilio La Padula (insieme ad A. Marchini) costruisce il Palazzo per Uffici dell’ENEL.

Facciamo un giro della piazza:

Per anni la domenica mattina nella piazza si è svolto un mercatino di oggetti usati, il Mercato di piazza Verdi. Oggi soppresso per le proteste dei cittadini e l’intimazione di Cassa Depositi e Prestiti titolare del rivalutazione del vecchio edificio del Poligrafico.

Un hotel a piazza Verdi

In questa pagina è riportato un articolo di Lilli Garrone pubblicato sul Corriere della Sera del 27/09/2015. Continue reading →

Read more ...

Nei dintorni puoi vedere: il quartiere Sebastiani

I commenti sono chiusi