Scuderie Reali

Le Scuderie Reali di Villa Savoia sono tre edifici di Villa Ada oggi fatiscenti realizzati per ospitare cavalli e carrozze Savoia che sorgono sul lato destro della strada della villa che da via Salaria porta alla collina delle Cavalle Madri e al Circolo Ippico Cascianese.

MAPPA della Zona Parioli 2 (Villa Ada e Monte Antenne)  

Le scuderie nascono sul finire del XIX secolo, nell’ambito dell’intervento di sistemazione del parco commissionato da Vittorio Emanuele II all’architetto paesaggista Emilio Richter. E’ nella pianta dell’Istituto Geografico Militare del 1900, infatti, che compaiono per la prima volta i tre corpi di fabbrica delle Scuderie Reali e il limitrofo complesso delle Serre di Villa Savoia.

I tre edifici che costituiscono le scuderie non sono omogenei ne per epoca che per tipologia architettonica.

  1. Soltanto il primo, più vicino alla palazzina Reale, denominato Scuderia d’agenzia di Villa Ada, mostra i caratteri di una scuderia, con gli stalli al piano inferiore, separati da bei pilastrini in ghisa.
  2. Il secondo corpo di fabbrica (Edificio centrale) appare qualitativamente meno evoluto del precedente e probabilmente realizzato in epoca successiva, seppure nell’ambito del medesimo intervento di sistemazione del parco commissionato da Vittorio Emanale II.
  3. Il terzo edificio, detto Casale dei Trenatori in quanto alloggio degli addetti alla manutenzione dei “treni” delle carrozze reali, era in realtà il casino nobile della vigna Barigioni, acquisita dal principe Pallavicini.

Nel fondo del Ministero della Real Casa non sono stati rintracciati i progetti architettonici dei primi due edifici, mentre sono numerose dettagliate relazioni tecniche e mandati di pagamento riferiti a lavori successivi la loro costruzione.

Dall’altra parte della strada c’erano le Serre di Villa Savoia.

I commenti sono chiusi