Quartiere della Società Tiberina

A fine 1888 viale dei Parioli è ceduto al Comune di Roma dalla Banca Tiberina per 54.000 lire. In cambio alla costruzione del viale, il Comune da alla Banca Tiberina il diritto a costruire nei terreni che possedeva tra la via Salaria e la via Nomentana, il cosiddetto Quartiere della Società Tiberina.

Le lottizzazioni iniziano nel 1887 e si concentrano attorno alle due nuove grandi piazze quadrangolari che si trovavano lungo viale della Regina: piazza della Regina, odierna piazza Regina Margherita e piazza Principe di Napoli, oggi piazza Alessandria, ma la crisi edilizia, iniziata proprio in quell’anno, rallenta la costruzione degli edifici.

via della Fonte dell’Acqua Acetosa

via della Fonte dell’Acqua Acetosa

da fare

Passeggiata dei Parioli

AAA Cose da fare

La lista degli eventi Roma2pass http://www.roma2pass.it/eventi-roma2pass/ deve essere presentata in ordine di data a partire dall’ultimo evento.

 

 

Via di Novella

Via di Novella … da fare

MAPPA della Zona Trieste 3 (piazza Verbano)

 

Mostra dell’Agro Romano

La Mostra dell’Agro Romano si tenne a Roma nel 1911 nell’ambito dell’Esposizione Internazionale, nella zona di di Ponte Risorgimento, allora denominato Ponte Flaminio.

Il manifesto fu realizzato da Duilio Cambellotti … Continue reading

Santa Giuliana Falconieri

Santa Giuliana Falconieri

MAPPA della Zona Pinciano 6 (Monti Parioli)    Continue reading

Alfred Strohl

Alfred Strohl (1847-1927), artista e mecenate, viene a Roma dall’Alsazia, una zona contesa per secoli da Francia e Germania e teatro, anche in quell’epoca, di scontri sanguinosi.

A Roma cerca pace e, nel suo volontario esilio, aggiunge al suo nome Fern, in tedesco “lontano”.

Villa Strohl Fern

da fare

Torna a Villa Strohl Fern

largo Benedetto Marcello

largo Benedetto Marcello

da fare

Armando Spadini

da fare

Via Paisiello di Armando Spadini

Osterie

Pagine della Banca Dati che parlano di questo argomento

Bibliografia:

  • Cav. Alessandro Rufini, Notizie storiche intorno alla origine dei nomi di alcune Osterie, Caffè, Alberghi e Locande esistenti nella Città di Roma, 1855,
  • Hans Bank, Osteria. Guida spirituale delle osterie italiane da Verona a Capri, 1910,
  • Umberto Gnoli, Alberghi ed osterie di Roma nella Rinascenza, 1942,
  • Leone Gessi, “Soste del bongustaio, 1957,
  • Livio Jannattoni “il ghiottone romano”, 1965, ristampato nel 1977 coi nuovo titolo Osterie e feste romane,
  • Livio Jannattoni, Osteria romana, 1970,
  • Livio Jannattoni, Osterie della vita e dell’amore, 1972,
  • Livio Jannattoni, Roma tavola, 1975,