Da Sant’Agnese a Monte Sacro 1942

Dal capitolo Quartiere Nomentano del libro di Guglielmo Cerroni: Roma nei suoi quartieri  e nel suo suburbio Palombi Editori, 1942.

Superata Sant’Agnese s’incontra la parte nuova che fiancheggia via Nomentana. Un po – un po’ molto – diversa dal lungo tratto precedente ma ricca di nuovi aspetti e chiaramente aperta sulla campagna che ancora fiorisce rigogliosa tra questo quartiere e Monte Sacro.   Continue reading

Protetto: Quartiere Sant’Ippolito 1942

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Don Emilio Recchia

Questa è la storia di don Emilio Recchia, parroco di Santa Croce in via Flaminia, che salvò la vita a cento ebrei nascondendoli nella sua chiesa di via Guido Reni Continue reading

Protetto: Ponte XXVIII ottobre

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Protetto: Città degli sport e del dopolavoro 1942

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Protetto: Acqua Acetosa 1942

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Protetto: Villa Glori 1942

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Quartiere Parioli 1942

Dal libro di Cerroni, Roma nei suoi quartieri  e nel suo suburbio Palombi Editori 1942.

Confini: piazza Cardinal Consalvi, via Flaminia, viale Maresciallo Pilsudsky, viale dei Parioli, viale Liegi, via Salaria, riva sinistra dell’Aniene, riva destra del Tevere, fosso di Acqua Traversa, via Cassia, piazzale Ponte Milvio, Ponte Milvio.

Aree: Quartiere Sebastiani e delle memorie di guerra, Villa Glori, l’Acqua Acetosa, La linea Roma-Viterbo, la città degli sport e dei dopolavoro, il Ponte XXVIII ottobre, il Quartiere degli attori.   Continue reading

Targa a Angelo De Fiore, l’eroe di via Clitunno

In via Clitunno 26, c’è una targa a Angelo De Fiore (1895-, vice questore, che abitava qui e, durante l’occupazione tedesca di Roma nel 1943-44, salvò la vita a centinaia di cittadini ebrei. Queste sono le parole con cui viene ricordato: ALTO FUNZIONARIO DI POLIZIA, PROCLAMATO GIUSTO TRA LE NAZIONI PER AVER SALVATO, A RISCHIO DELLA PROPRIA VITA, CENTINAIA DI EBREI DURANTE L’OCCUPAZIONE NAZIFASCISTA.

MAPPA della Zona Trieste 1 (quartiere Coppedè e dintorni)   Continue reading

Protetto: Articolo Romah24

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password: