Le capate

Le capate erano le incursioni di branchi di bestie vaccine che entravano a Roma nel giovedì e venerdì per raggiungere i macelli.

Dice il Belli:
“quando tante vaccine indiavolate
se vedevano annà tutte alla sciolta”
e bastava che un vitello uscisse dal branco per vedere una torrida casalinga tipo quella che oggi avviene a Pamplona e a Saragozza nella festa di San Firmino.  Continue reading