Da Sant’Agnese a Monte Sacro 1942

Dal capitolo Quartiere Nomentano del libro di Guglielmo Cerroni: Roma nei suoi quartieri  e nel suo suburbio Palombi Editori, 1942.

Superata Sant’Agnese s’incontra la parte nuova che fiancheggia via Nomentana. Un po – un po’ molto – diversa dal lungo tratto precedente ma ricca di nuovi aspetti e chiaramente aperta sulla campagna che ancora fiorisce rigogliosa tra questo quartiere e Monte Sacro.   Continue reading

fosso di Sant’Agnese

Il fosso di San’Agnese … lungo corso Trieste

MAPPA della Zona Trieste 1 (quartiere Coppedè e dintorni)
MAPPA della Zona Trieste 2 (tra corso Trieste e via Nomentana)
MAPPA della Zona Trieste 3 (piazza Verbano)
MAPPA della Zona Trieste 5 (quartiere Africano)

da fare

 

piazza di Sant’Emerenziana

piazza di Sant’Emerenziana

MAPPA della Zona Trieste 5 (quartiere Africano Continue reading

piazza Amba Alagi

piazza Amba Alagi

MAPPA della Zona Trieste 5 (quartiere Africano)   Continue reading

via Tripoli

via Tripoli …

MAPPA della Zona Trieste 5 (quartiere Africano)   Continue reading

Villa Leopardi Diuttajuti

Il Casino su via Nomentana … era il nucleo di Villa Leopardi Diuttajuti il cui giardino anteriore è scomparso per l’allargamento di via Nomentana e quello posteriore è oggi un parco pubblico: Villa Leopardi.

MAPPA della Zona Trieste 5 (quartiere Africano)   Continue reading

Piazza Gondar

Piazza Gondar è lo slargo con cui  viale Somalia interseca l’asse viale LibiaPonte delle Valli, per poi proseguire con il nome di viale Etiopia.

MAPPA della Zona Trieste 5 (quartiere Africano)   Continue reading

via Asmara

via Asmara …

MAPPA della Zona Trieste 5 (quartiere Africano)   Continue reading

I soliti ignoti

I soliti ignoti è un film del 1958 diretto da Mario Monicelli con Vittorio Gassman, Marcello Mastroianni, Renato Salvatori, Totò, Carla Gravina, Claudia Cardinale.

Continue reading

Film: L’uomo di paglia

L’uomo di paglia è un film italiano del 1958, diretto e interpretato da Pietro Germi, presentato in concorso all’11º Festival di Cannes.[1] . Il titolo del film si rifà a una poesia di Thomas Eliot [2]:

Continue reading