Tomba Cornelia

pi1-tomba-corneliaLa tomba Cornelia è un monumento sepolcrale romano oggi posizionato su corso d’Italia a ovest di piazza Fiume (verso Porta Pinciana), di fronte a villa Calderai, stretta tra la Mura Aureliane e i sottovia di corso Italia.

Dalla demolizione della torre occidentale di Porta Salaria venne alla luce la tomba Cornelia, o tomba dei Corneli.

Del monumento antico si conserva il tamburo cilindrico, realizzato in opera cementizia con rivestimento in travertino, un merlo del coronamento decorato da un bucranio ed un torso di leone funerario.

Secondo una iscrizione trovata in loco, la tomba apparteneva ad una certa Cornelia, figlia di Lucio Scipione e moglie di Publio Vatenius. Cornelia è una nobile matrona romana discendente della più famosa Cornelia “madre dei Gracchi”, la figlia di Scipione Africano che ebbe dodici figli, ma gli unici che arrivarono alla maggiore età sono i due famosi Tiberio e Caio Gracco, e la loro sorella maggiore, Sempronia, che sposò Scipione Emiliano. Cornelia, rimasta vedova ancora giovane rifiuta di sposare il re d’Egitto per consacrarsi all’educazione dei figli che segue perfino nella carriera politica. Si dice che rispose, a una matrona che ostentava le sue pietre preziose, “haec ornamenta mea” (ecco i miei gioielli) mostrando i suoi figli Tiberio e Caio.

Per conoscere meglio il personaggio leggi Cornelia, la figlia buona, di Eugenia Salza, un estratto dal libro “Amori e amanti tra la repubblica e il principato”

Nei dintorni: Tomba di Sulpicio Massimo, Palazzo della Rinascente, 

Mappa Pinciano 1

I commenti sono chiusi