Via Flaminia. Edilizia pubblica e privata in epoca romana

In epoca romana, mentre la fascia prospiciente la via Flaminia è interessata soprattutto dalla presenza di monumenti funerari, l’area circostante e le pendici delle colline limitrofe, sono occupate sin dall’epoca arcaica da insediamenti rustici economicamente autonomi, aree coltivate o utilizzate per la pastorizia o per altre attività produttive, horti e ricche dimore patrizie attestate a partire dall’età repubblicana.

Oltre alla Villa dell’Auditorium, due significative testimonianze del vario utilizzo del territorio sono rappresentate dai resti di un sontuoso edificio rinvenuto a Villa Strohl Fern e dai recenti ritrovamenti di un edificio nei pressi di viale Tiziano.

Torna alla pagina Via Flaminia

I commenti sono chiusi