Via Giosuè Borsi

Via Giosuè Borsi è una stretta e sinuosa strada che da piazza Santiago del Cile porta all’intersezione con via Ruggiero Fauro per proseguire in salita con il nome di via Alberto Caroncini.

La strada è stata realizzata sul tracciato di un antico stradello che dal vicolo dell’Imperiolo (una volta via Salaria Vetus oggi via Antonio Bertoloni) scendeva ad attraversare il fosso che correva in corrispondenza dell’attuale viale dei Parioli e risaliva sul versante del Monte San Filippo (oggi via Giuseppe Luigi Lagrange, via Guosuè Borsi, via Alberto Caroncini).

Giosuè Borsi (Livorno 1888 – Zagora 1915) è uno scrittore, morto durante la Prima Guerra Mondiale al fronte Friulano mentre combatteva nel Reggimento Fanteria Spezia dove si era arruolato volontario.

Una targa in sua memoria è in via dell’Esquilino, posta dalle Associazioni Popolari Monti-Campitelli-Esquilino nel 1919 con un testo di Monsignor Vincenzo Bianchi Cagliesi.

Qui è elencato ciò che c’è da vedere:

Lato destro

piazza Santiago del Cile
al n. 18 la sede della Scuola Romana di Fotografia e Cinema
al n. 20 il Teatro Parioli Peppino de Filippo
via Ruggiero Fauro

Lato sinistro

piazza Santiago del Cile
al n. 1,
via Ruggiero Fauro.

Nei dintorni: Scuola

Il soggetto di questa pagina è:

nella mappa Parioli 3 (zona piazza delle Muse),
nell’elenco delle vie, viali e altre strade nel Municipio.

I commenti sono chiusi