Via Salaria

La parte iniziale della via Salaria, da piazza Fiume, dove sorgeva l’antica Porta Salaria, fino a Ponte Salario dove oltrepassa l’Aniene, è nel Municipio II e separa il quartiere Salario e il quartiere Trieste (a destra) dal quartiere Pinciano e dal quartiere Parioli (a sinistra).

MAPPA della Zona Salario 1 (da corso d’Italia a via Savoia)
MAPPA della Zona Salario 2 (da Villa Albani a piazza Quadrata)
MAPPA della Zona Pinciano 1 (da via Salaria a via Pinciana)
MAPPA della Zona Pinciano 2 (Villa Borghese e il Pincio)
MAPPA della Zona Pinciano 3 (quartiere dei Musicisti)
MAPPA della Zona Parioli 2 (Villa Ada e Monte Antenne)
MAPPA della Zona Trieste 3 (piazza Verbano)
MAPPA della Zona Trieste 4 (piazza Vescovio)

Lato destro

  • piazza Fiume (corso d’Italia, Porta Salaria)
  • al n. 2
  • via Nizza
  • via Rieti
  • al n. … la targa in memoria di Ciril Kotnikb;
  • via Savoia
  • via di Villa Albani
  • al n .. grande ‘ingresso di Villa Albani
  • al termine del lungo muro di cinta di Villa Albani, prima dell’incrocio con Via Adda, un posto tristemente noto alla cronaca: lì nel 1999 le Nuove Brigate Rosse uccidono il professor Massimo d’Antona, un uomo di grande valore professionale e didattico (Targa in memoria di Massimo D’Antona);
  • Via Adda
  • via Basento
  • via Po
  • all’angolo con via Po il negozio che una volta era l’emporio delle Sorelle Adamoli
  • via Metauro, con il Mercato Rionale Salario
  • via Simeto, lì a due passi si trova l’ingresso delle Catacombe di Santa Felicita (ingresso in via Simeto 2)
  • Largo Benedetto Marcello
  • via Tirso
  • viale Regina Margherita
  • Sulla facciata di un grande fabbricato condominiale del 1929/30, all’angolo con via Regina Margherita (civico …), possiamo leggere un’epigrafe (la stessa di piazza Digione): PAX ENTRANTIBVS SALUS EXEVNTIBUS BENEDICTIO ABITANTIBUS (pace a coloro che entrano in casa, buona fortuna a quelli che escono, una benedizione a quelli che vi abitano). Sulla facciata su via Regina Margherita dello stesso edificio, al civico 15, un’altra scritta (la stessa di piazza Perin del Vaga): SALVTI ET HONESTIS LABORIBUS SACRA DOMO (casa sacra alla salute ed alle oneste fatiche).
  • via Arno
  • via Rubicone
  • al n. 298 A una palazzona si fa notare per la cura dei dettagli e il gusto per i materiali. Rame, alluminio, acciaio nichelato si alternano a tarsie marmoree e vetrate E’ dell’architetto francese Michel Roux Spitz (1888-1957), Oggi la perfetta manitenzione permette di ammirare i particolari della costruzione; il portale, le scale, la cabina dell’ascensore. Cerchi concentrici ricamano i cancelli laterali.
  • viale delle Mimose (strada privata)
  • via Clitunno
  • via Adige
  • via Chiana (via Panama)
  • via Taro
  • al n. 334 una porticina metallica è l’ingresso delle Catacombe dei Giordani
  • al n. 336 palazzina di Michele Busiri Vici dove all’attico ha avuto il suo studio
  • Villa Lancellotti
  • via di Villa Ada
  • un edificio d’angolo con via Archiano con un’interessante scritta: FVNDAMENTA AD SOLIDVM ET IN SOLIDO, COMODE DISTRIBUTIO VENVSTA SPESIESATQUE ET MEMBRIS IS CONVENIENS CONSENSVS da un testo di Vitruvio che illustra i criteri di costruzione: (prima di tutto un luogo molto salubre, esposizione elevata e aperta, né fredda né calda,) fondamenta solide e, su queste, una comoda distribuzione (dei locali) , elegante forma e conveniente armonia (tra le pareti della casa).
  • via Archiano
  • via Anapo
  • via Arbia
  • Palazzina Filomarino
  • Villa Visconti
  • via Nera
  • via Filomarino
  • al n. il Convento delle Suore di Priscilla, ingresso alle Catacombe di Priscilla
  • piazza di Priscilla (via di Priscilla)
  • via di Tor Fiorenza, che porta a piazza Vescovio, nell’area anticamente detta Monte delle Gioie poi proprietà dei principi Chigi (Villa Chigi)
  • via di San Siricio (scalette)
  • via Poggio Moiano (scalette)
  • viale Somalia
  • via Alfredo Catalani
  • raccordo verso la Circonvallazione Salaria direzione Est (Tangenziale Est)
  • raccordo verso la Circonvallazione Salaria direzione Ovest (via Olimpica), con l’imbocco di via Prato della Signora
  • Ponte Salario sull’Aniene

Lato sinistro

  • piazza Fiume (corso d’Italia)
  • al n. 1
  • via Aniene
  • al n 3-5 un edificio con il piano alto caratterizzato da una fascia di decorazione dipinta
  • al n. 13/15 un edificio con una scritta …
  • via Cremera
  • al n. 76 una recente lapide in ricordo del nonno di Walter Veltroni: QUI VISSE LO SLOVENO / CIRIL KOTNIK (1895-1948) / DIPLOMATICO CHE SALVO’ EBREI / E COMBATTENTI PER LA LIBERTA’ / FU TORTURATO E MORI’ PER LE SEVIZIE / SUBITE DAI NAZI FASCISTI / ROMA CAPITALE / AMBASCIATA DELLA REPUBBLICA / DI SLOVENIA S.P.Q.R. 2014.
  • via Isonzo
  • al n. 113 la facoltà di Sociologia dell’Università La Sapienza, ex scuola Santa Angela Merici delle Orsoline, poi sede BNL
  • al n. 125 bis, il Mausoleo di Lucilio Peto, circa sei metri sotto l’attuale piano stradale,
  • via Po
  • l’alto muro di contenimento, di circa 5m, di Villa Giorgina
  • via Via Carlo Zecchi, in corrispondenza dell’incrocio brusca svolta a destra
  • Villa Buratti che oggi ospita la scuola Media Vittorio Alfieri
  • Largo Benedetto Marcello
  • via Luigi Boccherini
  • viale Liegi
  • via Yser, da queste parti era l’ingresso perduto del Cimitero di Trasone
  • Viale di Villa Grazioli
  • al n. 241 Villa Grazioli, oggi Hotel Villa Grazioli
  • al n. 243 l’Ambasciata del Canadà
  • via Bruxelles
  • via Panama (via Chiana)
  • al n. 263 Villa Elena (il vecchio Casale Saliceti) con una madonna dipinta sulla facciata sud della casa ben visibile ai passanti
  • il muro di Villa Ada
  • l’Ingresso monumentale di Villa Ada
  • la chiesetta del Divino Amore a Villa Ada
  • Villa Ada. Ingresso dei cavalli
  • Palazzina Filomarino I, palazzina Filomarino II
  • al n. .. un cancello che porta alla chiesetta di San Silvestro
  • al n. .. un ingresso secondario delle Catacombe di Priscilla
  • via di Ponte Salario
  • raccordo verso la Circonvallazione Salaria direzione Ovest (via Olimpica)
  • raccordo verso la Circonvallazione Salaria direzione Est (Tangenziale Est)
  • Ponte Salario sull’Aniene

Il percorso della Via Salaria attuale ricalca quello della via Salaria Nova, realizzata nel I secolo dopo Cristo.

Per approfondire: Storia della via Salaria,

Verde antico lungo la Salaria di Federico Mandillo

Con una certa nostalgia vogliamo riproporre un articolo di Federico Mandillo pubblicato sul giornalino di San Saturnino "Il verde antico lungo la Salaria ovvero Le ville d'una via lunga tremila anni". Continue reading →

Read more ...

Protetto: Via Salaria di SF

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password: Password:

Read more ...

Storia della via Salaria

La via Salaria, la più antica in assoluto fra tutte le consolari romane, era la strada del sale che dalle saline sulla costa permetteva di portarlo all'interno della penisola. Continue reading →

Read more ...

Salaria Vetus

La Salaria Vetus è l'antico percorso della via Salaria che partendo da Porta Collina delle Mura Serviane, arrivava al guado sull'Aniene (l'attuale Ponte Salario) passando per Antemnae. Il percorso fuori le mura della Salaria Vetus è tutto nel nostro Municipio e coincide approssimativamente con via Pinciana, via Paisiello, via Emilio de' Cavalieri, piazza Ungheria, viale Romania,...

Read more ...

Altre pagine Roma2pass correlate: Salaria Vetus,  VIP che hanno abitato tra via Nomentana e via Salaria, Sepolcreto Salario, Sepolcreto di viale Liegi e via Salaria, Tra via Salaria e via Savoia, quel giardino di Mustafà, Verde antico lungo la Salaria, di Federico Mandillo,

I commenti sono chiusi