Vicolo della Rondinella

Il vicolo della Rondinella era un antico stradello che collegava la via Flaminia con la Fontana dell’Acqua Acetosa.

MAPPA PARIOLI 5 della Zona Parioli 5 (Villaggio Olimpico e Villa Glori

Davanti all’ingesso dell’Auditorium, dall’altra parte di viale Pietro De Coubertin, all’angolo con via Gran Bretagna, si nota una strano allineamento di alberi, obliquo rispetto all’attuale asse stradale. E’ una delle poche tracce dell’antico vicolo della Rondinella.

Il Vicolo della Rondinella iniziava da via Flaminia, sulla destra, sotto a collina dei Monti Parioli detta Monte San Valentino (approssimativamente in piazza Manila, dove inizia viale Maresciallo Pilsudski), correva nella piana alluvionale dove oggi sorge il Villaggio Olimpico, passava vicino alla fattoria recentemente scoperta (la Villa dell’Auditorium), poi sul tracciato dell’odierna via Venezuela fino al Saxum Mollaricum, o Sasso di San Giuliano (il colle dell’attuale villa Glori), costeggiava il Tevere e si congiungeva con il vicolo dell’Acqua Acetosa vicino all’omonima sorgente dove uno stradello proseguiva verso Ponte Salario.

Il viottolo si chiamava così perché fino all’Ottocento era la stradella di accesso all’osteria che sorgeva in un antico casale al centro della piana, approssimativamente dove ora sorge l’Auditorium, e che aveva come insegna una rondine. Il piccolo edifcio è riportato nel Catasto Gregoriano del 1835 ed è ancora rintracciabile nelle foto aeree del 1919, approssimativamente dove è stata trovata la Villa Romana. Il vicolo era detto anche vicolo del Sasso.

Vicolo della Rondinella aveva a destra due diverticoli. Il primo si inerpicava sul Monte San Valentino, costeggiando l’alto muro di Villa Elia, verso l’Arco oscuro, con un tracciato ripreso dall’attuale via di San Valentino. Il secondo correva tra Monti Parioli e Villa Glori e, seguendo il tracciato dell’odierna viale Maresciallo Pilsudski, e raggiungeva via Salaria Vetus che scendeva dal Monticello (sul tracciato dell’attuale via Francesco Denza).

Tra quel vicolo e il fiume nel 1908 fu realizzato il Campo Corse Parioli per le corse al galoppo. Sul lato destro del vicolo sarà poi edificato lo Stadio della Rondinella e l’lppodromo di Villa Glori (dove ora sorge l’Auditorium).
Una prima parte del tracciato fu distrutta nel 1911 con la costruzione dello Stadio Nazionale. Lungo l’antico percorso , tra l’Auditorium e via Argentina si ergono splendidi maestosi gelsi, residuo di un filare che correva tra il sentiero e la curva del Campo Corse. La seconda parte del vicolo è stata ripresa nella costruzione di via Venezuela e della parte finale del lungotevere dell’Acqua Acetosa.

Nei dintorni:  Cimitero di Ponte Milvio, Palazzo delle Federazioni Sportive, Palazzetto dello Sport, MAXXI, Stadio Flaminio,

I commenti sono chiusi