Villa Flaminia

Villa Flaminia, l’antica Villa Oblieght, sorge in viale del Vignola 56 e oggi è una scuola privata tenuta dai Fratelli delle Scuole Cristiane, congregazione fondata da San Giuseppe de la Salle, gli stessi del Collegio San Giuseppe Istituto De Merode di piazza di Spagna.

MAPPA della Zona Flaminio 2 (da Belle Arti a via Guido Reni)

Villa Flaminia è una scuola privata tenuta dai Fratelli delle Scuole Cristiane, congregazione fondata da San Giuseppe de la Salle, gli stessi del Collegio San Giuseppe – Istituto De Merode di piazza di Spagna.

L’area dove sorge Villa Flaminia è un trapezio tra via Flaminia, via Donatello, viale Vignola e la scuola della Pubblica Sicurezza ed altre caserme che si affacciano su via Guido Reni.

Il parco di circa 50.000 mq. è ricco di alberi ad alto fusto e percorso da un viale interno, dall’ingresso antico sulla via consolare a quello su viale del Vignola, aperto con la realizzazione della scuola per evitare l’uscita degli alunni su via Flaminia. Gli edifici che compongono l’Istituto sono lungo i lati dell’area, per averne una descrizione: Villa Flaminia – Una passeggiata nella villa.

Tra le cose che vedrete ce n’è una sola, oltre agli alberi più grandi che è precedente alla fondazione della scuola, è il …

L’area su cui oggi sorge Villa Flaminia individuabile nelle mappe catastali già a metà del Settecento. Nel periodo napoleonico, secondo il progetto del Valadier, avrebbe dovuto far parte della grande Villa Napoleone tra via Flaminia ed il fiume. I cipressi oggi a piazza Melozzo da Forlì facevano parte del suo giardino. Successivamente la villa ebbe diversi nomi, a seconda dei proprietari. Nei primi decenni del XX secolo era Villa Oblieght e con tal nome fu acquistata dalla Banca d’Italia per farne la sua sede. Ma, risultando troppo piccola per le esigenze della banca e alquanto umida per la vicinanza del Tevere, la banca preferì un’area più periferica ma vasta, sulla via Tuscolana dove è ancor oggi la sua sede.

il Piano Regolatore Generale del 1931 prevedeva che la storica e celebre sede del Collegio San Giuseppe in salita di San Sebastianello dovesse essere pesantemente ridimensionata per la realizzazione dell’imbocco di due gallerie che, partendo da lì, avrebbero dovuto raggiungere l’E42 (oggi EUR) dove si sarebbe svolta l’Esposizione Universale di Roma fortemente voluta dal Regime Fascista (vedi Un quartiere a vocazione sportiva). In considerazione di tale pericolo, ma anche in previsione dell’incremento degli alunni e delle nuove esigenze di una scuola moderna, fu deciso di reperire un’area idonea alla formazione di un moderno centro scolastico-educativo-sportivo e la scelta cadde sulla ex villa Oblighi (ancora proprietà della Banca d’Italia).

Il progetto del nuovo complesso scolastico era pronto nel 1935 e l’iter burocratico aveva iniziato a muoversi ma, lo scoppio della 2° Guerra Mondiale bloccò tutto. I lavori, iniziarono nel 1952 e terminarono nel 1956 quando fu trasferito nel nuovo plesso il corso di Ragioneria dell’Istituto De Merode e furono aperte ex novo una 1°Media e una 5°Elementare.

Da quel giorno la scuola si sviluppò e nel 1975 Villa Flaminia registrò il massimo di alunni frequentanti: circa 1.400 ed era giunto il momento di “staccarsi” dal Collegio S.Giuseppe anche nella denominazione. La scuola prese il nome di “Istituto Villa Flaminia”.

Sito ufficiale: www.villaflaminia.net

Nei dintorni: la Piccola Londra,

I commenti sono chiusi