Risultati della ricerca per: Studio Ferrari

Casa studio di Ettore Ferrari

A fianco di Porta Salaria, nel rione Sallustiano tra via Piave, le mura aureliane e villa Paolina, era la casa e lo studio dello scultore Ettore Ferrari. La proprietà è oggi divisa in due parti da via Sulpicio Massimo realizzata con una nuova apertura delle mura per alleggerire il traffico di piazza Fiume

Continue reading

CONDIVIDI QUESTA PAGINA:

ROMA CURA ROMA Passeggiata Roma2pass “piazza Fiume e dintorni”

In occasione della manifestazione ROMA CURA ROMA, la giornata straordinaria di riappropriazione della città da parte dei cittadini promossa dal Comune di Roma, e in particolare nell’ambito dell’operazione di pulizia volontaria organizzata da piazza Fiume a via Valenzani, l’associazione AMUSE Amici del Municipio II propone ai propri soci e a tutti i cittadini la passeggiata Roma2pass “piazza Fiume e dintorni”.

La passeggiata è organizzata dal team Roma2Pass che, nell’ambito di AMUSE, si occupa delle iniziative di promozione culturale,

Durante la passeggiata Pietro Rossi Marcelli racconterà brevemente la storia dei luoghi. Si parlerà delle Mura Aureliane, degli assedi subiti da questo tratto di mura, da Alarico nel 410 d.C. ai Bersaglieri il 20 settembre del 1870,  di Ettore Ferrari, l’autore della statua di Giordano Bruno a Campo de’Fiori che aveva lo studio da questa parti, dello sviluppo urbano di Roma fuori le mura, a partire dai villini che sorgono lungo corso d’Italia al palazzo della Rinascente.

L’appuntamento è per sabato 9 aprile 2022 davanti all’ingresso della Rinascente di piazza Fiume dove c’è l’edicola, per le ore 11,00. La guida sarà Pietro Rossi Marcelli.

Vai alla pagina dell’evento.

CONDIVIDI QUESTA PAGINA:

“Fra cannoni e osterie” di Armando Bussi

Non tutti sanno che Porta Pia sostituisce una più antica porta romana, dalla quale usciva, con un tracciato leggermente diverso dall’attuale, la via Nomentana. Tale porta, anch’essa chiamata porta Nomentana, era stata realizzata nelle mura edificate sotto l’Imperatore Aureliano tra il 270 ed il 275 d.C. e  venne murata 15 secoli dopo (nella foto) sotto Papa Pio IV. Fu infatti tale Pontefice che fece costruire – circa 80 metri più a ovest, fra il 1561 e il 1564 – la Porta che da lui prese il nome, progettata da Michelangelo Buonarroti in modo tale da risultare in asse, da una parte, con la nuova Strada Pia (attuale via XX Settembre); dall’altra, con un differente percorso della via Nomentana; così si creò un unico rettifilo, dal Quirinale fin quasi al complesso della Basilica di Sant’Agnese. Continue reading

CONDIVIDI QUESTA PAGINA:

Liberty e effimero a Roma

La vicenda Liberty a Roma è attraversata, e per certi versi enfatizzata, da un’importante occasione espositiva: la mostra internazionale del 1911, celebrativa del primo cinquantenario dell’unità nazionale. Un’occasione che oggi si classificherebbe nell’ambito dell’effimero, ma che in città lascia anche molte eredità non effimere. In realtà, nel quadri dell’esposizione il tono floreale non è affatto né egemone né prevalente: l’eclettismo storicistico pervaso da un pathos che qualcuno avrebbe poi definito «carducciano», che si ritiene il più appropriato all’occasione celebrativa, fa sicuramente la parte del leone, ma anche il gusto modernista riesce a ricavarsi uno spazio. Lo ha nella grafica delle affissioni (i manifesti dell’esposizione sono affidati a Duilio Cambellotti, Aleardo Terzi, Galileo Chini, Vittorio Grassi) ma pure, nelle architetture temporanee, in quelle permanenti e nelle stesse acquisizioni di opere d’arte effettuate in tale circostanza da istituzioni pubbliche. Continue reading

CONDIVIDI QUESTA PAGINA:

Liberty a Roma

Lo stile Liberty si presenta a Roma con manifestazioni più circoscritte e sopratutto stilisticamente meno definite, nonostante che il ruolo di capitale e il particolare fervore edilizio connesso a importanti circostanze celebrative, quali il cinquantenario dell’unità nazionale nel 1911, offrono spazi altrove inimmaginabili a nuovi edifici pubblici e di rappresentanza, rispetto ad altre grandi città della penisola. Continue reading

CONDIVIDI QUESTA PAGINA:

Famiglia Borghese

Il capostipite della famiglia Borghese è un mercante senese di lana del XIII secolo, Tiezzo da Monticiano, comune sulle Colline Metallifere. Tiezzo ebbe due figli: Bencivenne e Benincasa. Da Bencivenne e da suo figlio Borghese discendono i Borghesi di Siena, i Borghesi di Firenze (estinti nel XVII secolo) e infine i Borghese di Roma. Dall’altro figlio, Benincasa, secondo molti studiosi discende l’omonima famiglia senese dei Benincasa alla quale appartenne la celebre Santa Caterina da Siena (1347-1380). Continue reading

CONDIVIDI QUESTA PAGINA: