Roma a mano armata

Roma a mano armata  è un film del 1976, diretto da Umberto Lenzi con Maurizio Merli, Tomas Milian, Maria Rosaria Omaggio, Giampiero Albertini, […]. (1)

Il film fu girato a Roma per bissare il successo di Roma violenta, diretto da Marino Girolami nel 1975. Roma a mano armata, infatti, riprende da quel film lo schema narrativo a mosaico e il protagonista Maurizio Merli, che richiama molto il precedente commissario (là chiamato Betti invece che Tanzi). (2)

Il commissario Tanzi tenta di incastrare il gobbo, un malavitoso romano, poiché attraverso lui spera di arrivare ad un boss chiamato Fernandel. Peccato che l’impresa non sia facile, e tanto per cambiare bisogna combattere anche contro rapinatori di banche e ragazzini figli di papà stupratori. Umberto Lenzi […] dirige un capolavoro del poliziesco all’italiana, pieno di azione e violenza metropolitana, e Tanzi interpretato da Merli è tra i migliori commissari di ferro, anche se forse Milian gli ruba la scena nella parte del gobbo. Inseguimenti e sparatorie senza sosta, e battute memorabili del gobbo. Lenzi senza dubbio al suo meglio, merito anche di Sacchetti nella co-sceneggiatura. (1)

Scena: La via delle false insegne: Il night club “Marocco”, dal quale il commissario Tanzi (Maurizio Merli) è qui appena uscito dopo aver ottenuto alcune informazioni sullo spacciatore Tony Parenzo (Ivan Rassimov), in realtà’ non esiste. Come molte altre volte, probabilmente si è ricorsi a una semplice insegna per fornire una location esterna a scene girate altrove. La scelta è caduta su questa via tranquilla dei Parioli – chiusa a un lato dalla scalinata il cui inizio si vede oltre alle macchine parcheggiate – già utilizzata nel 1955 da Mario Monicelli nel suo Un eroe dei nostri tempi. Curiosamente, anche in quel film la vetrina del parrucchiere dove lavorava Giovanna Ralli era stata ricostruita, e proprio sopra al cancello che si vede poco oltre il night club. […] (3)

Luogo:  Via Montevideo

Fonti:

I commenti sono chiusi.