Giovanni Montemartini

Giovanni Montemartini (Montù Beccaria 1867 – Roma 1913) è stato un economista socialista riformista lombardo, chiamato da Nathan a ricoprire l’assessorato ai Servizi Pubblici nella sua giunta.

Nel 1902 pubblica, a Milano, il volume “La municipalizzazione dei pubblici servizi” e diventa in seguito direttore dell’Ufficio del Lavoro del Ministero dell’Agricoltura, Industria e Commercio.

Nel novembre del 1907 è il primo degli eletti fra i socialisti nel consiglio comunale di Roma, con oltre 16.000 preferenze, superando lo stesso Nathan.

Muore stroncato da un ictus nel 1913, dopo aver pronunciato, dai banchi dell’opposizione in comune, un appassionato intervento in difesa delle aziende pubbliche che aveva contribuito a creare.

Nel 1912, sulla via Ostiense, nasce la prima centrale elettrica pubblica, che dopo la sua morte, verrà dedicata a Montemartini. Oggi è un bellissimo museo che tiene insieme l’archeologia romana e quella industriale.

I commenti sono chiusi.