Lorenzo Micheli Gigotti

Lorenzo Micheli Gigotti nasce a Roma nel 1908 da una famiglia di estrazione nobile dove morirà nel 1995.   

Dopo gli studi intrapresi al Reale Collegio di Mondragone a Frascati ha dei problemi col padre che non accetta la sua scelta di vita e sarà la nonna a mantenerlo durante i suoi studi artistici.

Allievo di Ferrucci Ferrazzi, esordisce nel 1937 alla VII Mostra del Sindacato di Belle Arti del Lazio”, nel 1938 è presente alla VIII^ Sindacale e nel 1940 espone alla IX Mostra del Sindacato Interprovinciale Fascista di Belle Arti del Lazio. Nel 1938 realizza una pittura parietale per la Mostra dell’Agricoltura di Roma e l’anno successivo è invitato alla III Quadriennale d’Arte di Roma, manifestazione alla quale parteciperà in altre sei occasioni. Nel 1942 inizia ad occuparsi di didattica. Nel 1945 partecipa alla Prima Mostra della Libera Associazione di Arti Figurative.

Nel 1949 realizza, in collaborazione con Achille Capizzano, il grande pannello Leda e il Cigno nel Gran Caffè Cigno.

Dagli anni Cinquanta affianca alla pittura e alla ceramica anche la realizzazione di vetrate artistiche, come “La visita di Pio XII al quartiere San Lorenzo” a Sant’Eugenio e la vetrata del coro della chiesa dei Martiri Canadesi.

Gli anni Sessanta vedono l’artista avvicinarsi all’astrattismo.

I commenti sono chiusi