Monumento ai Fratelli Archibugi

In mezzo a quella striscia di verde tra via Flaminia e viale Tiziano, vicino a viale Belle Arti, tra panchine e palme, c’è una colonna. E’ un monumento del 1941 dedicato ai Garibaldini caduti fino all’ultimo uomo contro i Francesi tornati, nel 1849, alla difesa di papa Pio IX , contro la Repubblica Romana.

MAPPA della Zona Flaminio 2 (da Belle Arti a via Guido Reni)  

In particolare il monumento è dedicato ai garibaldini che difesero questo settore di Roma. I Francesi infatti, che venivano da Civitavecchia, visto la resistenza disperata trovata sull’Aurelia al gianicolo, aggirarono la città e riuscirono a superare ponte Milvio e ad avanzare verso Porta del Popolo tra il fiume e le colline dei Parioli.

Anche qui la difesa da parte dei patrioti della repubblica romana fu disperata e sconfitta solo dalla schiacciante superiorità francese in numero di soldati e qualità dell’armamento. Molti casali allora esistenti da queste parti furono utilizzati per la difesa ad oltranza e danneggiati dai cannoneggiamenti francesi.

Quattro sono le iscrizioni sulla base del monumento, una per faccia.

  1. la prima esprime la dedica generale e le organizzazioni che vollero fortemente il monumento: NELL’EPICO ASSEDIO DEL GIUGNO 1849 / QUI FU FERMATA L’INVASIONE STRANIERA / IL GOVERNATORATO DI ROMA / AUSPICI/ LA LEGIONE GARIBALDINA, IL COMITATO ROMANO DELL’ISTITUTO PER LA STORIA DEL RISORGIMENTO ITALIANO / LA SOCIETÀ GIUSEPPE GARIBALDI MCMXLI-XIX-E.F.
  2. Lapide in memoria dei caduti del Battaglione Romano,
  3. Lapide in memoria dei caduti della Legione Polacca,
  4. Lapide in memoria di tre cadutinella difesa di ponte Milvio.

da portare nelle pagine dedicate

  1. LA LEGIONE DEI POLACCHI/ IL 15 GIUGNO 1849 / QUI RIAFFERMAVA / CON L’EROICO SACRIFICIO DEL CAPITANO/ PODULAH / DELLO STATO MAGGIORE/ E DI ALTRI GENEROSI RIMASTI IGNOTI / IL SUO INFINITO AMORE / PER LA GRAN MADRE ROMA.
  2. NELLA DIFESA DI PONTE MILVIO / DEL GIUGNO 1849/ I CARABINIERI / FULGENZIO FABRIZI ED EMILIO GORI / GETTATISI IN ACQUAI STRAPPAVANO AL NEMICO / ZATTERE CARICHE DI ARMI / E IL POPOLANO / ALESSANDRO SCALABRINI / DATO FUOCO ALL’ULTIMA MINA / BALZAVA NEL FIUME / TROVANDOVI LA MORTE.

Nei dintorni: piazza Manila, via Fratelli Archibugi,

I commenti sono chiusi