Palazzo in piazza Mincio 2

In piazza Mincio 2, al centro del quartiere Coppedè, c’è un palazzo senza nome di Gino Coppedè. Il palazzo risale al 1926.

MAPPA della Zona Trieste 1 (quartiere Coppedè e dintorni)  

Questo è uno degli edifici monumentali del quartiere. probabilmente Probabilmente l’ultimo edificio di mano del Coppedè.

E’ un fabbricato condominiale caratterizzato da una solida struttura e una linea architettonica sovraccarica di statue, fregi, bugnati, iscrizioni e ornamenti vari.

Ha un ingresso piuttosto bizzarro, fedele riproduzione di una scenografia del film “Cabiria” di Pastrone, del 1914.

Sulla facciata due aquile e fregi in liberty geometrico e floreale incisi sul travertino e una scritta in latino: INGREDERE HAS AEDES / QUISQUIS ES AMICUS ERIS / HOSPITEM SOSPITO (Entra in questo luogo chiunque tu sia sarai amico io proteggo l’ospite) poi un saluto OSPES SALVE  e una data ANNO DOMINI MCMXXVI (1926). Le pareti dell’atrio sono decorate con motivi bicromi, cavallucci marini e lucertole.

Il balconcino al primo piano è decorato con stucchi e pitture.

Una volta costruito sia i suoi interni che gli esterni del palazzo sono stati usati  come set in numerosi film (per esempio da Dario Argento).

Altre pagine correlate:

I commenti sono chiusi