Ponti di Roma antica

Tra le “meraviglie” costruite dagli antenati nell’impero, insieme a porto di Ostia e agli acquedotti, Plinio inserisce i ponti.

I primi ponti sono costruiti dai romani in legno per poterli mettere rapidamente fuori uso in caso di guerra. Tra di essi il ponte Sublicio (cosiddetto perché fatto di tavole, in latino sublicae) che, per motivi di carattere religioso e rituale, mantenne queste caratteristiche per tutto il periodo dell’impero.

Successivamente i ponti sono realizzati in pietra. Il primo di essi fu ponte Emilio risalente al III secolo a.C.

Nelle seguenti righe sono elencati tutti i ponti costruiti a Roma, alcuni dei quali non più esistenti.
Ognuno dei ponti che delimitano il territorio del Municipio II è cliccabile per andare a vedere la pagina che lo descrive.

Ponti romani sono

  1. Ponte Nomentano, su cui la via Nomentana supera l’Aniene,
    Ponte Salario, su cui la via Salaria supera l’Aniene,
    Ponte Milvio, su cui la via Flaminia supera il Tevere,
    Ponte Elio o Sant’Angelo, davanti al Mausoleo di Adriano (oggi Castel Sant’Angelo),
    Ponte Neroniano,
    Ponte d’Agrippa (cosiddetto),
    Ponte Sisto,
    Ponte Fabricio, detto anche ponte Quattro Capi per via di un cippo marmoreo posto su di esso,
    Ponte Cestio, che collega l’isola Tiberina a Trastevere,
    Ponte Emilio o ponte Rotto,
    Ponte Sublicio,
    Ponte di Probo o Teodosio.

Ponti costruiti in età moderna:
Ponte di Tor di Quinto, su cui la via Olimpica supera il Tevere,
Ponte Flaminio, su cui la via Flaminia Nuova supera il Tevere,
Ponte Duca d’Aosta, davanti al Foro Italico,
Ponte Risorgimento, tra Valle Giulia e viale Mazzini,Ponte Matteotti, tra il Ministero della Difesa Palazzo Marina e viale delle Milizie,
Ponte Pietro Nenni, l’ultimo nato per far passare la metropolitana,
Ponte Regina Margherita, tra piazza del Popolo e via Cola di Rienzo,
Ponte Cavour, tra via Tomacelli e piazza Cavour,
Ponte Umberto I,
Ponte Vittorio Emanuele II,
Ponte Amedeo di Savoia Aosta,
Ponte Mazzini, di fronte a Regina Coeli,
Ponte Garibaldi, tra via Arenula e viale Trastevere,
Ponte Palatino,
Ponte Sublicio,
Ponte Testaccio,
Ponte Ferroviario di San Paolo,
Ponte Marconi
Ponti in ferro:
Ponte dei Fiorentini,
Ponte Ferroviario o dell’Industria,
Ponte di Ripetta,
Ponte in piazza Pia,
Ponte in ferro della Magliana.
Nel territorio del 2° Municipio ci sono i seguento ponti sul Tevere:
Ponte di Tor di Quinto, su cui la via Olimpica supera il Tevere,
Ponte Flaminio, su cui la via Flaminia Nuova supera il Tevere,
Ponte Duca d’Aosta, davanti al Foro Italico,
Ponte della Musica, pedonale, davanti a piazza Gentile da Fabriano
Ponte Risorgimento, tra Valle Giulia e viale Mazzini,
Ponte Matteotti, tra il Ministero della Difesa Palazzo Marina e viale delle Milizie,
Ponte Pietro Nenni, nato per far passare la metropolitana,
ed i seguenti ponti sull’Aniene:
Ponte Salario
Ponte Tazio
Ponte Nomentano

I commenti sono chiusi.