Statua di Sant’Andrea

La statua di Sant’Andrea è in un’edicola nel Cimitero dei Pellegrini, al centro di piazzale Cardinal Consalvi, ben visibile dalla strada.

MAPPA della Zona Flaminio 3 (da via Guido Reni a Ponte Milvio)    

La statua di Sant’Andrea è in posta in un’edicola ed è eretta da papa Pio II, al secolo Enea Silvio Piccolomini di Pienza (1405 – 1464), per commemorare il suo incontro con il cardinale Basilio Bessarione patriarca di Costantinopoli che nel 1462 porta in dono a Roma le reliquie dell’Apostolo Andrea. In particolare, si tratta della testa dell’apostolo, conservata all’interno di un antico reliquiario bizantino

La leggenda vuole che il capo della statua dell’Apostolo sia un ritratto del cardinale Bessarione, patriarca di Costantinopoli, che aveva fatto si che la reliquia fosse consegnata al papa e che, alla caduta di Costantinopoli, aveva condotto trattative per ricomporre lo scisma d’oriente.

La testa dell’Apostolo era la più importante delle numerose reliquie in possesso da secoli dell’imperatore di Oriente, salvata da Tommaso Paleologo, despota di Patrasso, che era fuggito davanti ai turchi. Era quindi giunta ad Ancona, da dove era stata portata a Narni via terra e da qui lungo il Tevere era giunta a ponte Milvio. La reliquia rimarrà per secoli a San Pietro fino a quando, per decisione di papa Paolo VI nel 1964, le reliquie sono restituite al Patriarca di Patrasso all’interno dell’antico reliquiario, fino ad allora custodito nella cattedrale di Pienza.

Inizialmente l’edicola era ornata di quattro colonne di alabastro listato con al centro la statua dell’apostolo scolpita pure in alabastro da Varrone e Niccolò da Firenze oppure dai Paolo Taccone o Paolo Mariano, tutti allievi del Filarete. Nel 1866, un fulmine piomba sull’edicola rovinandola e nel 1869 è ricostruita a spese degli artisti del luogo ma le quattro colonne d’alabastro sono sostituite da altre di travertino.

E’ un omaggio a papa Pio II Piccolomini la falce di luna presente nella statua dell’Immacolata all’imbocco di Ponte Milvio. Cinque mezzelune infatti sono presenti nello stemma dei Piccolomini.

Pagine a livello inferiore:

Altre pagine correlate:

In rete:

Pagine Roma2pass relative allo stessa tipologia di soggetto
Pagine Roma2pass nella stessa zona
Pagine Roma2pass relative allo stesso periodo
Pagine Roma2pass relative alla stessa materia

I commenti sono chiusi.