“Quando a piazza Ungheria arrivarono i carri armati …” un racconto di Corrado Iannucci

Il 10 giugno 1940, l’entrata in guerra trovò il quartiere intorno a piazza Ungheria già in parte costruito, con palazzi, palazzine e villini spesso firmati da architetti importanti. Tuttavia questa parte della città era ancora vista come un qualcosa non ancora del tutto integrata con il resto dell’abitato dentro le mura.  Continue reading

CONDIVIDI QUESTA PAGINA:

Cartolina di piazza Ungheria

Una cartolina di piazza Ungheria negli anni Cinquanta.

Da notare:

  • il distributore Esso a sinistra,
  • i binari che da viale Romania vanno verso viale Rossini e viale Liegi,
  • la rotonda del “pizzardone” in basso con le strisce che indicano la circolazione rotatoria,
  • il giornalaio sulla piazza e l’immancabile orologio,
  • la mancanza di ogni marcipiede aiuola davanti a San Roberto Bellarminio.

Torna a piazza Ungheria

CONDIVIDI QUESTA PAGINA: