Architetti, ingegneri e urbanisti nel Novecento

In questa pagina sono elencati i principali architetti, ingegneri e urbanisti che operano nel Novecento nel Municipio II, con le loro opere edilizie realizzate nel territorio di Roma nord.

  • Pietro Aschieri
  • G. Astorri
  • Leonardo Paterna Baldizzi (Palermo 1868 – Roma 1944). Architetto e professore presso l’istituto di Belle Arti di Palermo si trasferisce a Roma nel 1894; si sposta successivamente a Torino e infine a Napoli.
  • Armando Brasini
  • Andrea Busiri Vici
  • Carlo Busiri Vici
  • Clemente Busiri Vici
  • Alberto Calza Bini
  • Giuseppe Capponi (Cagliari 1893 – Napoli 1936). Ingegnere e architetto razionalista; aderì al MIAR nel 1928;
  • Luigi, detto Gino Coppedè (Firenze 1866 ­ Roma 1927).
  • Costantino Costantini
  • Francesco De Intinis
  • Gennaro De Matteis
    • Istituto Storico e di Cultura dell’Arma del Genio – Lungotevere della Vittoria (Quartiere Delle Vittorie)
  • Mario De Renzi
  • Domennico De Riso
  • Enrico Del Debbio (1891-1973)
  • Nicola Di Cagno (Roma, 1922 – Roma, 1985) ingegnere. Dal 1950 collaborò sempre con l’architetto P. Moroni fino al 1980 anno della morte di quest’ultimo; dal 1950 al 1962 fu associato allo studio anche G. Malatesta.
    • villini in piazzale delle Muse – via Porro (due) (1957 – 1959);
  • Arnaldo Foschini
  • Gino Franzi (1898 – 1971). architetto
  • Gustavo Giovannoni (1873- 947)
  • Federico Gorio
  • Ernesto Bruno Lapadula
  • Adaberto Libera
  • Pietro Lombardi
  • Mario Loreti
  • Ugo Luccichenti
  • Angiolo Mazzoni Del Grande (1894-1979).
  • Giovanni Michelucci
    • Istituto di Geologia e Mineralogia nella Città Universitaria, (1935) e case di abitazione (1931).
  • Luigi Moretti
  • Vittorio Ballio Morpurgo (1890-1966)
  • Giuseppe Pagano (Parenzo, 20 agosto 1896 – Melk, 22 aprile 1945); segue la corrente del razionalismo funzionalista; elimina ogni forma di ornamento e ricerca esclusivamente la funzionalità dell’edificio con forme lineari e semplici. Dapprima aderisce al fascismo ma successivamente diventa partigiano; imprigionato, e muore nel campo di concentramento di Mauthausen-Gusen.
    • Istituto di Fisica alla Città Universitaria (1934; funzionalismo razionalista).
  • Mario Paniconi www.treccani.it/enciclopedia/mario-paniconi_(Dizionario_Biografico)/, https://it.wikipedia.org/wiki/Mario_Paniconi
  • Cesare Pascoletti
  • Giulio Pediconi (Roma, 1906 – Roma, 1999). Architetto; a partire dal 1930 lavora sempre insieme a Mario Paniconi, fino alla morte di quest’ultimo nel 1973. È tra i fondatori del RAMI nel 1931.
    • Foro Mussolini: Fontana della Sfera (1933- 1935) insieme a Paniconi;
    • Palazzi INA e INPS, insieme a Mario Paniconi e Giovanni Muzio (1940);
    • sede dell’ANCE in Roma, a via G.A. Guattani (1966);
    • San Giuseppe Cafasso;
    • Chiesa della Sacra Famiglia (1978).
  • Marcello Piacentini
  • Luigi Piccinato (Legnago, 30 ottobre 1899 – Roma, 29 luglio 1983). Architetto e urbanista realizzò numerosissimi piani regolatori
  • Giò Ponti (1891 – 1979). Giovanni Ponti, detto Giò (Milano, 18 novembre 1891 – Milano, 16 settembre 1979) fu designer ed architetto, tra i principali esponenti del movimento Novecento ed anche importante rappresentante del Razionalismo; a Roma non realizzò molti progetti; la Scuola di Matematica rappresenta uno dei primi esempi architettonici di razionalismo italiano.
  • Mario Ridolfi
  • Innocenzo Sabbatini (Osimo (AN) 1891 – Osimo (AN) 1983). La madre era la sorella di Costantino Costantini; realizza i primi lavori ad Osimo in stile Liberty e nel 1913 arriva a Roma dove trova il cugino Innocenzo Costantini, ingegnere progettista presso l’ICP di Roma; frequenterà gli studi di Pio e Marcello Piacentini, di Arnaldo Foschini e del conterraneo Quadrio Pirani; la sua attività fu inizialmente legata all’ICP, Istituto Case Popolari di Roma, dove viene assunto all’Ufficio Progetti nel 1918; per il primo progetto ICP Trionfale II, la cui pianta era già stata stabilita dal cugino Costantini, capo dell’Ufficio, questi gli consiglierà di ispirarsi per i prospetti allo stile neo medioevale usato da Pirani nel quartiere San Saba sul Piccolo Aventino di Roma; dal 1928 inizierà la progettazione per privati, partecipa a concorsi in numerose città italiane e tornerà a frequentare la sua Osimo, dove realizzerà numerose opere; a Roma mantenne lo studio professionale ma non progettò più nulla a parte un singolo incarico alla Bufalotta.
    • edificio per abitazioni e autorimessa pubblica in via Modena (1928);
    • casa economica ICP S. Ippolito II detta La Casa del sole (1929-1930) in via della Lega Lombarda 41-57;
  • R. M. Tufaroli, Architetto
    • palazzo della Società Autori ed Editori;
    • palazzine in via Panama 87 (1935);
    • palazzine in Via Panama 92 (1935);
    • palazzine in Via Panama 96 (1935);
    • palazzina in via Archimede;
    • abitazione in piazza dei Prati Strozzi (quartiere delle Vittorie).
  • Annibale Vitellozzi (Anghiari il 26 ottobre 1906 – 1990)
    • Palazzo dello Sport all’EUR (1956 – 1960) insieme a Pier Luigi Nervi;
    • Palazzetto dello sport di viale Tiziano (1956 -1960) insieme a Pier Luigi Nervi.

Pagine al livello inferiore:

Carlo Pincherle

Carlo Pincherle (Venezia 1863- Roma 1944), padre di Alberto Moravia, nasce a Venezia in «una famiglia ebrea numerosa che viveva sul Canal Grande». Continue reading →

Read more ...

Luigi Moretti

Questa pagina delinea le principali opere dell'architetto Luigi Moretti (1906-1973), uno dei più importanti a Roma nel Novecento, tra i massimi rappresentanti dello stile littorio - metafisico - razionalista durante il ventennio e nel dopoguerra è uno dei più creativi progettisti a Roma del genere della palazzina (architettura informale, postmoderna, parametrica). Continue reading →

Read more ...

Quadrio Pirani

Quadrio Ferruccio Pirani (1878-1970) nasce a Jesi.  Suo padre è un capomastro e da lui il giovane apprende i segreti del mestiere, coltivando nella pratica quotidiana l'amore per la tradizione artigiana. Politicamente impegnato nel partito socialista riformista, fonde la spinta ideologica con il rigore tecnico, portando nell'architettura romana una nuova richezza espressiva. Continue reading →

Read more ...

Ezio Garroni

Ezio Garroni (1877-1952) è un architetto romano famoso per aver realizzato la palazzina Astrengo in via del Tempio, sul lungotevere a sinistra della grande Sinagoga, uno dei capolavori del Liberty a Roma.  Continue reading →

Read more ...

Pagina al livello superiore: Personaggi

Pagine allo stesso livello:

  

CONDIVIDI QUESTA PAGINA:

I commenti sono chiusi.