Targa Massimo D’Antona

Sulla via Salaria, al termine del lungo muro di cinta di villa Albani, prima dell’incrocio con via Adda, c’è un posto tristemente noto alla cronaca: lì il 1999 le Nuove Brigate Rosse uccidono il professor Massimo d’Antona ((Roma 1948-Roma 1999), un uomo di grande valore professionale e umano.

MAPPA della Zona Salario 2 (da Villa Albani a piazza Quadrata)  

Una lapide ricorda: IN QUESTO LUOGO / NEI PRESSI DELLA SUA DIMORA / IL PROFESSOR MASSIMO D’ANTONA / INSIGNE STUDIOSO DI DIRITTO DEL LAVORO / VENNE ASSASSINATO DA MANO TERRORISTA / NEL PRIMO ANNIVERSARIO DEL TRAGICO EVENTO / IL COMUNE DI ROMA / A RICORDO E MONITO POSE / NON OMNIS MORIAR 1999 -20 MAGGIO 2000.

Sotto un pinnacolo goticheggiante, in cima alla facoltà di Scienza della Comunicazione, la statua di sant’Angela Merici guarda.

I commenti sono chiusi.