Via Angelo Secchi

Via Angelo Secchi è una piccola stradina da viale dei Parioli sale a via Antonio Bertoloni.

Via Angelo Secchi è stata resa famosa dal fatto che qui comprò un appartamento Benito Mussolini quando la politica lo portò a Roma e qui abitò Edda Ciano con il marito. Da lì ogni domenica la famiglia Ciano si recava a Villa Torlonia a pranzo dal Duce.

In questa via, prima della seconda guerra mondiale, abitavano tre belle ragazze, figlie di un commerciante affermato che, partendo da un negozio in via del Plebiscito, aveva aperto per Roma diversi negozi di gomma ed altri materiali “moderni”. Erano le sorelle Tortima, eredi dei negozi “Sorelle Adamoli”. Il primo negozio delle Sorelle Adamoli (ne erano tre) venne aperto a Roma nel 1886, in piazza Venezia. Rilevato nel 1901 dal nipote Pietro Tortima, fu spostato in via del Plebiscito 107, nel Palazzo Doria dove è ancora oggi.

Lato sinistro

  • viale dei Parioli
  • al n.9, la palazzina costruita per Filippo Virgili nel 1929 dall’ing. Pietro Aschieri, caratterizzata da lastre che bordano le aperture prospetticamente “slittate” rispetto al piano dell’edificio. All’attico e al superattico di questa pallazzina verrà ad abitare Edda Mussolini e Galeazzo Ciano,
  • ai n. 15 e 19 due palazzine di Filippo Sacripante
  • via Antonio Bertoloni

Lato destro

Pagine a livello inferiore:

Pietro Angelo Secchi

Pietro Angelo Secchi (1818-1878) è stato un gesuita, meteorologo, geodeta e astronomo italiano, fondatore della spettroscopia astronomica. E’ lui che crea il nuovo Osservatorio del Collegio Romano sopra Sant’Ignazio dove abiteràa fino alla morte.  Via Angelo Secchi è una strada del quartiere Pinciano. Continue reading →

Leggi tutto

Pagina al livello superiore:  no

Altre pagine correlate:

Nei dintorni: (clicca su MAPPA per vedere i Punti di Interesse vicini)

  • via Antonio Lagrange,

In rete:

CONDIVIDI QUESTA PAGINA:

I commenti sono chiusi.