Via Flaminia, da piazza Ankara a piazza Apollodoro.

Superata piazza Ankara, via Flaminia e viale Tiziano sono separate da palazzine degli anni Sessanta.

Sulla destra di viale Tiziano: lo stadio Flaminio e poi viale Pietro de Coubertin verso l’Auditorium e Villa Glori.

In questa area, la demolizione di villa Giustiniani-Bandini per costruire le Officine Automobili, portò alla scoperta di altri sepolcri. Lavori nei pressi di via del Sansovino evidenziarono la presenza di edifici funerari, tra cui tombe alla cappuccina ed un colombario con più ambienti.

A sinistra le case del vivace quartiere Flaminio costruite al posto di splendide ville: villa Mignanelli, villa Odescalchi, villa Monadi, villa Casali.

Lato destro

  • piazzale Ankara

Lato sinistro

  • via Cesare Fracassini che porta a lungotevere Flaminio,
  • viale del Vignola, uno degli assi del tridente di piazza Gentile da Fabriano,
  • al n. … chiusa da un cancello (dove i pedoni possono sempre entrare) via Bernardo Celentano, una particolarissima stradina asse della minuscola zona detta Piccola Londra. A pochi metri dal cancello la targa ai tre abitanti di Piccola Londra caduti nella prima guerra mondiale;
  • via Donatello,
  • al n. … il ristorante LOLA con dietro il Centro Sportivo di Villa Flaminia;
  • al n. … Villa Flaminia, una delle scuole private più esclusive di Roma;
  • al n. 297 la mensa dei poveri organizzata dai Freres di Villa Flaminia, con il bassorilievo di una Madonna col Bambino e una targa in memoria di San Giovanni Battista De La Salle (Reims 1651 – Rouen 1719), religioso ed educatore francese, fondatore dei Fratelli delle Scuole Cristiane, nonché grande innovatore nel campo della pedagogia, posta nel 2001, in occasione dei 350 anni dalla nascita del Santo.
  • a n. … le palazzine uffici delle cosiddette Caserme di via Guido Reni cioè lo Stabilimento Materiali di Precisione. Queste due palazzine, a differenza del retrostate stabilimento, sono ancora di proprietà del Ministero delle Difesa per alloggi per alti ufficiali. Sulla facciata un grande stemma Savoia, l’indicazione dell’anno di costruzione, il 1916, e una scritta invicante la primitiva destinazione degli stabilimento: FABBRICA COSTRUZIONI MECCANICHE AUTOMOBILI E FONDERIA (;
  • piazza Apollodoro

Torna alla pagina via Flaminia.

I commenti sono chiusi