Via Flaminia. Luogo malsano

L’ultimo tratto di Via Flaminia da Ponte Mollo a Porta del Popolo è stato per secoli un luogo malsano: nel periodo estivo era una strada polverosa per poi diventare un acquitrino d’inverno, quando il livello del Tevere si alzava.

Nel Seicento, dopo un tentativo di Carlo Fontana, l’olandese Cornelius Meyer con la collaborazione di Van Wittel (Vanvitelli) studia come arginare il Tevere e proteggere la via in quel tratto e realizzata una Passonata (vedi Passonata di via Flaminia).

Nella peste del 1656-7 Villa Sannesi è trasformata in luogo di quarantena per i viaggiatori che volevano recarsi in città.

Torna a Via Flaminia

I commenti sono chiusi