Via Nicolò Tartaglia

Via Nicolò Tartaglia è una stradina del quartiere Pinciano, parallela a via Antonio Bertoloni, che da via Giuseppe Luigi Lagrange porta a via Angelo Secchi.

MAPPA della Zona Pinciano 4 (da piazza Pitagora a piazza Euclide)    

Nicolò Tartaglia (1499-1557) fu un matematico. Nato da una famiglia poverissima, da ragazzo fu ferito alla mandibola e gli rimase una evidente difficoltà a parlare. Ebbe così il soprannome “Tartaglia” che accettò e utilizzò anche per firmare le sue opere. Non frequentò scuole ma iniziò a guadagnarsi da vivere come insegnante di matematica. Risolse l’equazione di terzo grado ma confidò la soluzione a Gerolamo Cardano che la pubblicò. Ancor oggi la formula è detta di Cardano-Tartaglia. Disegna il famoso “triangolo di Tartaglia”, peraltro già noto ai cinesi, che permette di calcolare facilmente i coefficenti nello sviluppo delle potenze di un binomio. Diede un importante contributo alla diffusione delle opere dei matematici antichi. Sua è la prima traduzione in italiano degli Elementi di Euclide.
Il giorno di gloria di questa strada fu nel il 24 aprile 1930, quando Edda Mussolini sposò il conte Galeazzo Ciano. Un lungo tappeto rosso fu srotolato sulla via e numerosi mazzi di fiori punteggiavano il percorso della sposa che uscì dalla casa di famiglia in via Angelo Secchi per raggiungere Villa Torlonia (https://www.youtube.com/watch?v=NxXsE0oTeKo).

Lato destro

  • via Giuseppe Luigi Lagrange
  • al n. 2 la cappella delle Serve di Maria Riparatrice
  • via Atanasio Kircher
  • All’angolo dopo l’incrocio, notiamo due blocchi di aperture sulla strada con un particolare profilo poligonali. Sono i garage e sopra hanno delle terrazze che a loro volta costituiscono la base dei due villini in via Atanasio Kircher ..
  • al n. 36, vediamo un edificio pesantemente rimaneggiato, oggi sede dell’Ambasciata di Romania. E’ la facciata posteriore del casino nobile di Villa Peragallo il cui parco occupava tutto l’isolato tra via Antonio Bertoloni, via Angelo Secchi, viale dei Parioli e via Giuseppe Luigi Lagrange.
  • al n. .. l’ingresso di quattro palazzine, nel lotto lungo via Angelo Secchi fino a via Bertoloni, realizzate dall’ing Provenzano
  • via Angelo Secchi.

Lato sinistro

  • via Giuseppe Luigi Lagrange
  • all’inizio della stradina un boschetto di bamboo e una enorme buganvillea che, d’estate, si accende del rosso dei fiori,
  • A destra, al n. 11, c’è un particolare edificio che ospita anche l’Ambasciata del Venezuela. E’ la  palazzina Acerbo, costruita nel 1930 dall’ing. Guido Fiorini
  • all’angolo, con ingresso sull’angolo, il Villino …
  • via Angelo Secchi.

Pagine correlate: Perchè dove sono i villini le strade sono così strette

I commenti sono chiusi