Strade murate

La maggior parte della viabilità secondaria del suburbio romano oggi territorio del Municipio II erano “strade murate”: viottoli larghi quanto basta per farci passare un carretto che correvano tra le mura di cinta che proteggevano le ville e le vigne delle famiglie illustri.

Ancora oggi è possibile immaginare questi sentieri, sbirciando tra le strettoie di via Salaria, via del Canneto, via Mafalda di Savoia e via di San Filippo Martire.

Pagine correlate: Vicoli

Pagina a livello superiore: Vie

Pagine allo stesso livello:

CONDIVIDI QUESTA PAGINA:

I commenti sono chiusi.