Villino Giannini

Il Villino Giannini è in via Antonio Musa 23, una vera e propria gemma di inizio Novecento a poca distanza da Villa Torlonia e da via Nomentana.

MAPPA della Zona Nomentano 1 (lungo via Nomentana)

VILLINO GIANNINI

L’edificio è una costruzione del 1910 e rispecchia le tendenze architettoniche in voga quando la Capitale aveva iniziato a crescere oltre le Mura Aureliane, anche se con le sue merlature e la torre con finestre a sesto acuto, il villino sembra ricordare un paesaggio da film fantasy.

Sulla Nomentana, all’epoca, archi e viali alberati fungevano da intermezzo a ville dal gusto particolare dove abitavano la vecchia nobiltà, i nuovi accademici, gli uomini d’affari in cilindro e bastone. Solo le carrozze e i cavalli rompevano il silenzio. La firma dietro il villino porta un nome importante: il committente, il capitano dell’esercito Carlo Giannini, proprietario del lotto fra via Musa e via Spallanzani, affidò il progetto all’architetto Luigi Figà Talamanca, già capo progettista del Palazzo della Zecca in via Principe Umberto, all’Esquilino.

Il villino è attualmente in fase di ristrutturazione.

I commenti sono chiusi.