Villino in via Eleonora Pigmentel 2

Il villino o palazzina in via Eleonora Pigmentel 2, all’angolo con via Avezzana, nel quartiere Delle Vittorie, liberty in stile barocchetto romano, è stato realizzato da Mario De Renzi nel 1927.

E’ un piccolo palazzetto di tre piani e seminterrato decorato con affreschi liberty, medaglioni e stemmi. Al piano seminterrato e rialzato una elegante bugnatura a punta di diamante in peperino riveste l’edificio..

Questa era l’abitazione del pittore Paolo Paschetto (1885-1963), che nel 1948 vinse il concorso per il logo della Repubblica Italiana (una stella – che simboleggia l’Italia – inscritta in una ruota dentata – il lavoro elemento fondante della repubblica – contornata da un ramo di ulivo – simbolo cristiano di pace e fratellanza – e da un ramo di quercia – la forza e la vittoria -; il bozzetto originale fu tuttavia ampiamente modificato dalla commissione).

L’epigrafe sulla lastra nella foto, posta sopra l’ingresso alla palazzina, riporta alcuni versi di una ode di Orazio (Quinto Orazio Flacco liber II, carmen X, vv. 5-11 scritti nel 23 a.C. circa): AUREAM QUISQUIS MEDIOCRITATEM / DILIGIT, TUTUS CARET OBSOLETI / SORDIBUS TECTI, CARET INVIDENDA / SOBRIUS AULA. / SAEPIUS VENTIS AGITATUR INGENS / PINUS ET CELSAE GRAVIORE CASU / DECIDUNT TURRES. (Chiunque aspiri alla splendida mediocrità, evita la protezione del vecchio sudicio tetto e anche sobrio evita l’invidiata reggia. Sovente il vento scuote l’immenso pino e le fiere torri cadono per la penosa disgrazia).

Paschetto realizzò i disegni di numerose vetrate in stile liberty, collaborando anche con Cesare Picchiarini, artista artigiano vetraio; alcune delle vetrate della Casina delle Civette a villa Torlonia eseguite da Picchiarini nel 1920, con nastri, rose e farfalle, furono realizzate su bozzetti di Paschetto; la medesima coppia eseguì nello stesso anno le vetrate per la chiesa Evangelica Metodista di Via Firenze a Roma.

Il soggetto di questa pagina è:

nella mappa Flaminio 1 (zona da Porta del Popolo a Belle Arti),
relativo quartiere Delle Vittorie,
nell’elenco degli edifici moderni, delle facciate parlanti nel Municipio,
nelle pagine di architettura, Roma2pass,
relativo al periodo Roma2pass: dal 1915 al 1929,

I commenti sono chiusi