Casa di Valentino Zeichen

Valentino Zeichen, all’anagrafe Giuseppe Mario Zeichen (Fiume 1938 – Roma 2016), è stato uno scrittore e poeta italiano che aveva scelto di vivere in una baracca al Borghetto Flaminio, in via Flaminia 86 (il vicolo accanto al Museo Explora) in fondo a sinistra (dopo la Bocciofila).

MAPPA della Zona Flaminio 1 (da Porta del Popolo a Belle Arti)    

La casa del poeta è un luogo mitico in cui Valenitno Zeichen ha vissuto e scritto poesie per più di cinquantanni.

Ma Valentino Zeichen, anche se aveva scelto di vivere in una baracca non era un miserabile ma un poeta che ha vissuto “una vita da poeta”: povero, ma felice. Un uomo libero, che ha espresso sempre il suo pensiero, anche quando questo suo modo di essere creava disagio e forse qualche incomprensione.

Un autore che si vantava di non aver vinto nessun premio quando era in vita! (A parte quello alla Carriera consegnatogli l’anno prima della sua morte dalla giuria del Premio Poesia Città di Fiumicino).

Autore di romanzi e di raccolte di poesie, la sua prima antologia poetica Area di rigore fu pubblicata nel 1974 dalla Cooperativa Scrittori, (Roma, 1974) con la nota introduttiva di Elio Pagliarani; l’ultima, Casa di rieducazione è uscita con Mondadori (Milano) nel 2011.

In rete: Poesie di Valentino Zeichen,   https://it.m.wikipedia.org/wiki/Valentino_Zeichen,  La casa di Valentino ZeichenAttacchi vandalici alla casa di Zeichen,

Torna a

I commenti sono chiusi